Pagamento RID, ecco i conti correnti più economici

Per poter approfittare delle offerte ADSL e quelle della telefonia mobile, oppure per attivare un prestito o un mutuo, o ancora per domiciliare le utenze della luce, il gas, l’acqua, ecc, per tutto ormai serve il conto corrente. In effetti, per attivare una offerta conveniente ad esempio di ADSL, spesso gli unici metodi di pagamento accettati sono il pagamento RID o la carta di credito. Se ancora non avete un conto e dovete attivare nuove utenze, vi consigliamo i conti correnti più economici.

Conti online a zero spese

conto corrente zero spese

In Italia circa 15.000.000 di persone sono senza un conto corrente, come menzionavamo qualche settimana fa. Queste persone che sono fuori dal sistema bancario però, non possono accedere ad innumerevoli promozioni e offerte che riguardano l’attivazione di nuove utenze.

E’ l’esempio classico dell’attivazione di una nuova tariffa ADSL: praticamente in tutte le offerte e promozioni convenienti, gli unici metodi di pagamento accettati sono tramite carta di credito o pagamento RID.

Ricordiamo che il pagamento RID, ovvero “rapporto interbancario diretto”, è una modalità di pagamento molto diffusa, che prevede l’addebito automatico sul conto corrente del cliente di somme di denaro per il pagamento automatico mensile dell’utenza, rata di mutuo o prestito, ecc.

Risparmiare aprendo un conto corrente

Per questo motivo, spesso molti utenti si trovano nella necessità di dover aprire un conto corrente bancario. Questo non necessariamente comporta un aggravio economico, invece un risparmio.

Sempre seguendo l’esempio dell’ADSL, alcuni provider prevedono il pagamento tramite bollettino bancario, ma pagando una cauzione o spesa extra, molto più salata di ciò che potrebbe comportare aprire un conto corrente. Sopratutto considerando che ce ne sono oggi una marea di conti correnti a zero spese e addirittura senza imposta di bollo.

Tutto ciò senza menzionare i tanti altri vantaggi di aprire un conto corrente, come la possibilità di accreditare stipendi o pensioni, pagare tramite carte di debito o di credito, prelevare soldi in tutta Italia o all’estero, disporre bonifici o riceverli e perfino ottenere un rendimento con alcuni conti correnti che prevedono fino al 2,00% di tasso di interesse annuo.

Molti conti correnti, infine, possono essere aperti comodamente online, e gestiti da casa 24 ore su 24.

Se vi siete decisi quindi ad aprire un conto corrente e cominciare ad approfittare di tutti questi vantaggi, vi consigliamo alcuni conti correnti a zero spese e senza imposta di bollo che possono fare al caso suo.

Conto Che Banca!

Il conto corrente online di Che Banca! non prevede canone annuo né imposta di bollo. Include inoltre prelievi presso ATM di altre banche gratuiti (anche all’estero) e bonifici illimitati senza alcun costo.

I prelievi e i bonifici eseguiti presso lo sportello, invece, hanno un costo di 3 euro, così come il registro delle operazioni.

L’imposta di bollo di 34,20 euro prevista dalla legge è a carico della banca, e prevede un costo di 0,53 euro per ogni singolo assegno.

Vai a Conto Che Banca!

Conto Corrente Arancio di ING Direct

Questo conto prevede bonifici online e allo sportello gratuiti; i prelievi allo sportello, presso altre banche in Italia e all’estero sono anche gratuiti.

Ogni singolo assegno costa 0,50 euro, e il costo della registrazione delle operazioni è di 0 euro.

Conto Corrente Arancio non prevede canone mensile e, in più, l’imposta di bollo è a carico della banca (purché la giacenza minima del conto raggiunga i 3.000 euro).

Vai a Conto Corrente Arancio

Vuoi vedere più alternative? Utilizza il nostro comparatore per trovare il conto corrente che fa per te.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: