Obama: “la crisi è superata”

Sembra la fine di un incubo. Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama lo dichiara senza esitazioni e con convinzione nel suo discorso sullo “stato dell’Unione”: “La crisi e’ superata“. Per Obama “l’America e’ risorta dalla recessione” ed “è ora di voltare pagina” e di “aprire un nuovo capitolo“, dove tutti possano godere della ripresa, a partire dalla classe media. E annuncia una riforma fiscale più vicina alle famiglie.

Obama annuncia la ripresa economica e l'inzio di un "nuovo corso"
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Già sul finire del 2014 i segni di una ripresa si potevano intravedere, ma l’inaspettata crescita del PIL al 5% ha indotto molti esperti di settore a ritenere che si era ormai giunti al giro di boa e che la ripresa era iniziata. Un po’ per prudenza, un po’ per scaramanzia,  pochi avevano però il coraggio di affermarlo a chiare lettere.

L’importante crescita dei mutui della seconda settimana di gennaio ha probabilmente soddisfatto le aspettative positive e finalmente Barack Obama ha potuto annunciarlo allo “stato dell’Unione”. Certo è un po’ come chiedere all’oste se il vino è buono, visto che negli ultimi 7 anni, proprio negli anni della crisi, è stato lui a guidare le scelte del Paese, comprese quelle in materia economica e finanziaria. Ma è pur vero che gli ultimi dati vanno tutti a suo favore.

Ottieni un mutuo alle migliori condizioni!

Il pensiero di Obama va soprattutto alla classe media, che più di tutte ha sofferto gli effetti della crisi e annuncia una rivoluzione fiscale che porti all’aumento del carico fiscale per i super ricchi, le grandi banche e le grandi imprese e al contempo favorisca il rafforzamento degli sgravi e delle agevolazioni per le famiglie.

Affermazioni molto importanti che senz’altro avranno l’effetto di scomodare i sostenitori di politiche neoliberiste, che notoriamente non vedono di buon occhio una previdenza sociale di sussidio in stile europeo e l’interventismo statale.

“Non possiamo accettare un’economia che dia vantaggi enormi solo a pochi, ma bisogna impegnarsi per un’economia che generi un aumento dei redditi e delle possibilità per tutti”, ha dichiarato il Presidente.

Appare molto determinato Obama nella volontà di portare avanti queste riforme, sebbene trovi l’ostilità dei repubblicani, che hanno la maggioranza nel Congresso, la cui portavoce, la senatrice Joni Ernst, ha affermato: “Da Obama politiche che ci porterebbero al fallimento”.

Commenti Facebook: