Nuovi rincari per l’energia: da maggio la luce aumenta del 4,3%

Continua la stangata: come previsto, arriva a maggio l’aumento della bolletta della luce pari al 4,3%. È stato approvato dall’AEEG l’adeguamento della tariffa che copre i costi per gli incentivi alle fonti rinnovabili

Confronta Energia Elettrica

.

In questa maniera, a partire dal 1° maggio la bolletta dell’energia elettrica costerà un 4,3% in più, il cui significa una maggiorazione della spesa annua di 21,44 euro.

Questo nuovo adeguamento conferma dunque le stime realizzate a marzo, che parlavano di un rincaro per le componenti legate alla materia prima, alle tariffe di rete e agli oneri di dispacciamento (+5,8%,); all’epoca però era stato annunciato pure che a fine aprile sarebbe stato necessario provvedere ad un ulteriore aumento per coprire la cosiddetta “componente A3”, che salvaguarda i diritti acquisiti alle agevolazioni in materia di energia rinnovabile.

Al riguardo, il presidente dell’AEEG, Guido Bortoni, spiega che “L’obiettivo di allora era di richiamare l’attenzione dei decisori pubblici sulla necessità di rivedere alcuni parametri dei meccanismi di incentivazione, in quanto alcuni indicatori della politica energetica erano quasi raggiunti. Da quel momento, – continua Bortoni – il decisore pubblico ha avviato un processo per una rinnovata programmazione degli incentivi, in un percorso di coerenza generale per contemperare la sostenibilità delle bollette con i legittimi interessi dei soggetti attivi nella green economy. Per l’Autorità ciò significa una white-green economy, come abbiamo detto in una recente audizione al Senato, cioè sviluppo di tutte le fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica”.

D’altronde, L’AEEG ha approvato inoltre un nuovo aggiornamento del costo del GPL distribuito tramite rete urbane, con una riduzione del 7,9% per il prossimo maggio rispetto ad aprile.

Con questo nuovo aumento del prezzo dell’energia elettrica, la stangata tariffaria del 2012 per le famiglie italiane supera i 2.500 euro. È il risultato della sommatoria tra il rincaro benzina e trasporto pubblico, tariffe energia elettrica e acqua, l’aumento dell’Iva, dei servizi bancari e l’Imu: solo alcune tra le oltre 100 micro tasse contenute nei diversi decreti del governo Monti.

Per risparmiare sulla bolletta della luce, vi consigliamo di utilizzare il nostro servizio gratuito di confronto tariffe energia che vi aiuterà a trovare quelle offerte più adatte alle vostre esigenze.

 

Commenti Facebook: