Nuova scoperta nel deserto occidentale egiziano per Eni

Eni ha annunciato una nuova scoperta a olio e gas nel deserto occidentale egiziano, e per l'esattezza all'interno del prospetto esplorativo Melehia West Deep, nella concessione di Melehia, 300 chilometri a ovest di Alessandria d'Egitto. In totale, negli ultimi 3 anni, eni in queste zone ha raddoppiato la produzione di olio attraverso l'esplorazione delle sequenze profonde.

Nuova scoperta nel deserto occidentale egiziano per Eni

Perforato a 4.175 metri di profondità, Melehia West Deep 1X – il pozzo esplorativo che ha consentito la scoperta – ha incontrato uno spessore netto mineralizzato a olio leggero di 20 metri nella formazione Alam El Bueib, di età cretacico inferiore.

Dopo questa scoperta verranno immediatamente perforati altri pozzi di delineazione e sviluppo: l’obiettivo è arrivare a una produzione stimata di circa 8.000 barili al giorno entro fine 2015.

Attraverso la controllata Egyptian Oil Company (IEOC), eni detiene il 76% nella concessione di Melehia insieme a Lukoil, partner con il restante 24%. L’operatore della concessione è Agiba, detenuta in maniera paritaria da IEOC e Egyptian General Petroleum Corporation (EGPC).
Scopri eni FIXA »
Nel deserto occidentale egiziano oggi eni produce più di 60mila barili al giorno in cinque diverse licenze di sviluppo, tutte quante operate da Agiba. Il gruppo è presente nel Paese africano fin dal 1954, dove opera attraverso IEOC, ed è il principale produttore con una produzione equity pari a circa 210 mila barili di olio equivalente al giorno.

Commenti Facebook: