Nasce VCast, il registratore online

Il passaggio dall’analogico al digitale ha impedito a molti di poter utilizzare il videoregistratore, uno strumento utile per poter rivedere programmi o film a cui si è particolarmente affezionati, ma ora grazie a VCast sarà possibile realizzare la stessa funzione attraverso la tecnologia cloud.

Con VCast puoi registrare i tuoi programmi preferiti con la tecnologia cloud

Il videoregistratore, grazie alla possibilità di registrare programmi su supporti removibili, è certamente uno strumento entrato nella storia proprio perché ha permesso di immortalare programmi tv che è poi sempre piacevole rivedere, ma ora grazie a VCast sarà possibile continuare a farlo online compensando una lacuna che è sorta con il passaggio dall’analogico al digitale.

Si tratta di una novità davvero importante che soddisferà tantissimi appassionati, evitando anche l’accumulo di ingombranti videocassette o dischi ottici.

Un servizio innovativo e facile da utilizzare

Tutto avverrà in modo piuttosto semplice: VCast, infatti, potrà registrare programmi tv senza la necessità di essere in possesso di un dispositivo hardware, ma grazie alla capacità di sfruttare la tecnologia cloud. Per usufruire del servizio, che funziona in modo analogo al decoder MySky in possesso degli abbonati alla pay tv, basterà quindi collegarsi al sito vcast.com dove sarà possibile consultare anche ulteriori informazioni su questo strumento.

In questa prima fase sarà possibile registrare i programmi trasmessi da 41 canali in chiaro, tra cui quelli Rai, Mediaset e La7. La registrazione avverrà secondo le segnalazioni di ogni utente, in modo tale che l’operazione avvenga in modo personalizzato e senza alterare minimamente i contenuti. Proprio per questo il video sarà poi inviato a uno dei servizi di storage e cloud selezionati da chi utilizza il servizio.

Al momento funzionano Google Drive e Microsoft Onedrive, ma probabilmente in futuro se ne aggiungeranno altri. Per quanto riguarda la dimensione del file, invece, tutto dipenderà ovviamente dalla durata del contenuto (per un filmato di due ore in HD si può superare 1,5 GB di dati), ma un’influenza potrà esserci anche in base al tipo di risoluzione scelta.

In questo modo gli utenti che vogliono archiviare tutte le puntate di un programma o di una serie tv potranno farlo proprio come accade con MySky, ma in questo caso in modo ancora più personalizzato: ogni utente che sceglie di utilizzare VCast, infatti, riceverà periodicamente suggerimenti dal sito su quello che sarà possibile registrare prendendo spunto dai suoi gusti. Presto il servizio sarà utilizzabile anche in mobilità grazie alla app che sta per essere lanciata, ma già da ora il video è visibile oltre che in tv, anche su pc e tablet.

Ricordiamo che gli utenti Sky hanno la possibilità di utilizzare il servizio ‘On Demand’, una videoteca di 2500 titoli tra film, serie tv, cinema e programmi a tua disposizione quando vuoi per non perdere niente della programmazione della pay tv.

Inoltre per chi si abbona a Sky da oggi, 3 febbraio, a giovedì 5 febbraio riceverà un Home Theatre Philips, uno strumento da non perdere per gli appassionati di tv, con la qualità e il design garantiti da uno dei marchi più importanti.

Vedi tutti i pacchetti Sky

Commenti Facebook: