mPOS: crescono i negozi che accettano i pagamento via smartphone

Uno studio condotto da Visa Europe sull’accettazione di nuove soluzioni di pagamento in 5 Paesi europei, tra cui l’Italia, rivela che l’uso degli mPOS (Mobile Point Of Sale) da parte dei piccoli negozi crescerà notevolmente nel 2014. Nell’ultimo trimestre del 2013, il numero di esercenti che si avvalgono degli mPOS è aumentato di oltre il 60%, e si prevede un’ulteriore crescita nel 2014.

mPOS, come funziona?
La tecnologia mPOS si userà sempre di più in Europa, anche dalle piccole aziende

L’indagine, eseguita su 2.000 piccole aziende nel Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Polonia, conferma che molti commercianti hanno cambiato i loro atteggiamenti nei confronti dell’accettazione delle carte di credito o di pagamento.

Secondo Visa Europe, molti commercianti hanno capito il potenziale degli mPOS per le loro attività; in effetti, coloro che all’inizio erano riluttanti ad adottare un terminale mPOS perché convinti che il loro negozio fosse troppo piccolo e che accettare carte di pagamento fosse troppo costoso, hanno cambiato subito opinione una volta assistito a una dimostrazione e capito l’usabilità e i benefici della tecnologia.

Cos’è mPOS?

Si tratta di un piccolo terminale, simile al classico POS utilizzato per la lettura delle carte Chip e PIN, che trasforma facilmente uno smartphone o un tablet in un terminale di accettazione di pagamenti efficiente e sicuro. La tecnologia, che viene resa operativa attraverso lo smartphone o il tablet dell’esercente, rende i pagamenti con carta portabili e quindi semplici da usare in luoghi quali studi professionali (soprattutto dopo l’obbligo del POS per i professionisti che entrerà in vigore il 30 giugno 2014) , bancarelle dei mercati, sagre e festival, nonché per le consegne a domicilio.

L’mPOS, in effetti, è di grande utilità per l’espansione dell’accettazione dei pagamenti con carta per i piccoli commercianti che non hanno mai accettato Visa in precedenza. Le maggiori evidenze della ricerca comprendono:

  • Oltre un quarto degli esercenti coinvolti hanno espresso interesse nel dotarsi di una soluzione mPOS nei prossimi 6 mesi;
  • La facilità d’uso degli mPOS è citata dalla maggior parte delle PMI: dal 74% delle PMI francesi, seguite dal 73% delle tedesche, 63% nel Regno Unito e in Polonia e il 59% in Italia;
  • Il 45% dei commercianti consultati in Italia ritiene che l’mPOS migliorerebbe il flusso cassa per la maggior velocità dei pagamenti;
  • Il 36% delle aziende italiane intervistate ha espresso volontà di adozione di una soluzione mPOS quando sarà resa disponibile;
  • il 41% ha dichiarato che l’mPOS è importante o molto importante per la propria attività.

Attualmente, sono attive in Europa 25 soluzioni mPOS e molte banche hanno avviato programmi pilota con questi terminali.

Davide Steffanini, country manager di Visa Europe in Italia ha concluso: “Il 2014 sarà l’anno dell’implementazione di massa degli mPOS in Italia. Supportato dal nuovo corso legislativo introdotto quest’anno che stabilisce che dottori, avvocati e altri liberi professionisti siano obbligati ad adottare dispositivi per l’accettazione di pagamenti con carta, l’mPOS godrà di un incremento di adozione tra le aziende, in particolare tra le PMI che hanno rimandato in precedenza l’installazione dei terminali di accettazione di pagamenti con carta. A oggi tutte le maggiori banche in Italia hanno iniziato programmi significativi di diffusione di mPOS.

Commenti Facebook: