Meno giocatori online, ma fatturato stabile del settore

Secondo quanto affermano gli ultimi dati disponibili dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, i giocatori online non starebbero crescendo – eccezion fatta per quelli che hanno migrato le proprie preferenze di gioco su smartphone e tablet – ma il fatturato del settore riuscirebbe comunque a reggere in stabilità.

Fatturato stabile per il mercato dei giochi online
Fatturato stabile per il mercato dei giochi online

Per i dati statistici milanesi, infatti, gli italiani che stanno giocando online nel 2014 avrebbero subito una discreta flessione: il numero dei giocatori “attivi” ogni mese è infatti calato del 4%, passando da 700 mila a 640 mila unità, pari a poco più del 2% di tutti gli utenti Internet abituali, di età anagrafica uguale o maggiore di 18 anni.

Per quanto concerne il suo controvalore monetario, il mercato ha dimostrato di reggere in stabilità, arrivando a toccare quota 728 milioni di euro a seguito della crescita di 0,4 punti percentuali su 2013, e con una penetrazione sul totale dei giochi (online e offline) pari al 4,2%.

Il lieve incremento del fatturato è dovuto principalmente al settore “mobile” (ovvero, con i dispositivi connessi con Internet mobile), e risulta essere sostanzialmente il frutto di opposte abitudini: se infatti da un lato è aumentata la spesa relativa alle scommesse sportive, ai casinò games e agli altri giochi online, dall’altra parte è diminuita la spesa relativa ai poker e ai bingo.

Confronta tariffe Internet mobile

Nelle sue dichiarazioni a margine delle osservazioni effettuate, Marco Planzi – responsabile della ricerca dell’Osservatorio gioco online del Politecnico di Milano – ricorda come il mobile (smartphone e tablet) continui a confermarsi come uno dei principali driver di innovazione di settore. “La spesa generata attraverso smartphone e tablet raddoppia e raggiunge i 99 milioni – aggiunge Planzi – con un tasso di penetrazione del mercato di quasi il 14%, che raggiunge il 25% nel caso delle scommesse sportive. L’immediatezza offerta dal mobile nel seguire live gli eventi sportivi contribuirà ulteriormente allo sviluppo di questo canale“.

Più nel dettaglio, e proprio in riferimento alle tanto amate scommesse sportive, gli italiani hanno sostenuto una crescita della spesa dell’11% fino a quota 214 milioni di euro, per i valori massimi del 2010. A beneficiare il settore è stata la presenza di Mondiali di Calcio estivi, in grado – almeno per qualche settimana – di dare (è proprio il caso di dirlo!) un calcio alla crisi…

Commenti Facebook: