di

Luce risparmio energetico

Risparmiare sulla spesa energetica è possibile. SosTariffe.it mette a disposizione dell'utenza un comparatore gratuito che consente di trovare in pochi click la tariffa più conveniente secondo il proprio profilo. E non solo: possiamo tagliare la bolletta della luce anche ottimizzando l'uso dell'energia a casa. Di seguito parliamo della bolletta della luce e il risparmio energetico.

Luce risparmio energetico

Risparmiare non sempre vuol dire rinunciare a qualcosa o fare un sacrificio. Per quanto riguarda la bolletta della luce, il risparmio energetico è possibile semplicemente ottimizzando le prestazioni energetiche casalinghe, attraverso comportamenti virtuosi e piccoli cambiamenti, e con pochi sforzi.

Luce: quanto consumiamo a casa?

Se vogliamo risparmiare sui consumi la prima domanda che ci dobbiamo porre è: quanto consumiamo oggi? A volte il contatore è fuori dell’abitazione, oppure in luoghi bui e nascosti, e spesso non abbiamo idea di qual è il nostro consumo attuale di energia.

Nel Regno Unito, tempo fa il governo ha testato i propri cittadini installando i contatori ben visibili nella cucine delle case popolari. Gli utenti, che vedevano in tempo reale quanta energia elettrica stavano consumando, hanno cominciato ad adottare comportamenti virtuosi che hanno portato a un taglio del 15% dei consumi. 

In linea generale si può affermare che una famiglia di tre persone dotata della maggior parte dei più comuni elettrodomestici consuma circa 3200 kWh all’anno.

Per capire meglio quanto consumiamo è possibile consultare la bolletta della luce, che riporta anche lo storico dei consumi, oppure fare una stima con l’aiuto del comparatore di SosTariffe.it reperibile qui sotto:

Confronta Tariffe Energia Elettrica »

Luce: le tariffe più convenienti

Il mercato dell’energia elettrica è stato liberalizzato in Italia nel 2007, il che vuol dire che ogni consumatore può autonomamente decidere quale tariffa vuole pagare, scegliendo naturalmente quelle più adatte alle proprie esigenze. Chi non sceglie una nuova offerta commerciale, rimane nel servizio di maggior tutela, dov’è l’Autorità per l’energia (AEEGSI) a stabilire i prezzi di riferimento dell’energia elettrica e il gas ogni tre mesi. A volte, l’AEEGSI decide un taglio, ma altre impone un aumento delle tariffe.

Passando al mercato libero invece è possibile risparmiare cifre considerevoli, grazie alle proposte commerciali delle società che scelgono in molti casi prezzi più bassi rispetto all’Autorità, ovviamente per attirare clienti. Ad esempio, con alcune offerte energia elettrica attuali, è possibile risparmiare fino a 150 euro all’anno sulla bolletta della luce, e altri 200 euro sul gas (calcolato per una famiglia di almeno 5 persone con consumi pari a 6.300 kWh e 2.100 m3 all’anno)

Scopri le proposte più convenienti »

Luce: risparmio energetico

In ogni caso, oltre a scegliere la tariffa più vantaggiosa, potete fare ancora di più tagliando i consumi. Vi presentiamo quindi una piccola guida con dei suggerimenti, alcuni sono i tipici consigli della nonna, ma altri sono idee alle quale magari non ci avete mai pensato, e che vi consentiranno di risparmiare perfino un 30% sulla bolletta luce.

  • Spegnete la luce che non state utilizzando. Il consiglio più scemo seppure ancora c’è gente che in pieno giorno accende le luci, per abitudine.
  • Sostituite le lampadine a incandescenza con quelle fluorescenti a basso consumo. Costano un po’ di più ma il risparmio è assicurato, e inoltre durano perfino a 10 volte di più.
  • Comprate apparecchi a basso consumo o di maggiore efficienza energetica (Classe A in su). Anche il marchio europeo “Eco-Label” garantisce un minore consumo energetico oltre ad essere compatibile con l’ambiente.
  • Spegnete totalmente gli elettrodomestici (o togliete la spina) non lasciandoli mai in stand-by.
  • Eliminate della vostra vita gli elettrodomestici “non imprescindibili”, ad esempio i bollitori elettrici, che consumano circa 1500 kWh/anno. Se siete in pochi, veramente avete bisogno di una lavastoviglie? Scartate i telefoni cordless: hanno un’alimentazione constante. Preferite le sveglie e orologi tradizionali rispetto a quelle digitale che consumano energia.
  • Impostate il vostro computer nel modo “Risparmio Energetico”, per fare che lo schermo si oscuri quando non è in uso. Nel caso dei portatili inoltre togliete la batteria quando siete collegati alla rete elettrica (ridurre il consumo e prolunga la vita utile dello stesso).
  • Scollegate completamente il modem quando non lo state utilizzando. Secondo uno studio della WWF si trova tra gli apparecchi i quali consumi in stand by sono particolarmente elevati, insieme ad alcune macchine di caffè, stampanti e impianti stereo.
  • Lavatrici e lavastoviglie inoltre conviene utilizzarli sempre a carico pieno e a basse temperature. Il bianco nei vestiti si può ottenere anche impiegando detersivi che siano efficienti pur lavando in freddo. O credete che prima dell’invenzione delle lavatrici moderne la gente non indossava vestiti bianchi?
  • Se avete una tariffa bioraria, attivate gli elettrodomestici ad alto consumo tra le 19 e le 07 del mattino, nel weekend e nei giorni festivi.
  • Staccate sempre i caricabatterie delle prese una volta finita la carica (e non superate quel tempo), altrimenti, continuerà a consumare energia. Di solito, più grande e pesante è il caricatore, maggiore è il suo consumo di corrente.
  • Attenzione a frigo e congelatore: allontanarli da fonti di calore, lasciando almeno 10 cm di distanza dai muri. Impostare il termostato su temperature intermedie, sbrinare regolarmente e controllare la normale chiusura della porta.

Migliori Tariffe Elettriche »

Dando retta a questi suggerimenti di sicuro pagherete bollette più leggere. Per saperne di più su luce e risparmio energetico, potete consultare i nostri tanti approfondimenti al riguardo, disponibili nella nostra sezione News.

Infine, iscrivendovi alla newsletter di SosTariffe.it rimarrete sempre aggiornati sulle ultime novità in materia di energia e risparmio, e riceverete inoltre diverse offerte esclusive del settore.

Commenti Facebook: