Legge Stabilità, confermato bonus mobili per tutto il 2015

Non era tra le misure annunciate alla vigilia, ma il disegno della Legge di Stabilità approvato mercoledì dal Consiglio dei Ministri, include la proroga per altri 12 mesi del bonus su mobili e grandi elettrodomestici. Saranno quindi validi per tutto il 2015 la detrazione del 50% sull’acquisto dei mobili e arredamenti, così come gli incentivi del 65%per l’efficienza energetica e del 50% per le ristrutturazioni.

Legge Stabilità, confermato bonus mobili per tutto il 2015

Il disegno della Legge Stabilità 2015 recentemente approvato include la proroga della detrazione del 50% sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici fino al 31 dicembre 2015 senza ulteriori modifiche.

Continuerà a essere divisa in 10 rate annuali e calcolata su un tetto massimo di spesa pari a 10mila euro. Sarà sempre possibile abbinare la detrazione sui mobili a quella del 50% sulle ristrutturazioni edilizie per un intervento che sia almeno di manutenzione straordinaria. Ad esempio, se si ristruttura la cucina e si spendono 8mila euro per arredare lo bagno e cucina, può detrarre 400 euro all’anno per dieci anni.

Imprese dell’arredo soddisfatte con la proroga

Era fortemente voluta la proroga del bonus mobili dalle imprese italiane del settore dell’arredo, che di recente hanno pubblicato alcuni risultati sin dall’introduzione della detrazione, registrando una spesa complessiva legata al bonus pari a 1,9 miliardi. Questo significa anche 10mila posti di lavoro che sono stati impegnati nella filiera.

«Dalle parole ai fatti, dai fatti alle certezze», ha commentato il presidente FederlegnoArredo Roberto Snaidero dopo  la conferma della proroga del bonus mobili per il 2015, aggiungendo che questa decisione «garantirà alle imprese italiane del settore un sostegno fondamentale per continuare a investire sul nostro territorio, vero elemento distintivo che ha portato il made in Italy ai livelli qualitativi che il mondo ci invidia. Sono certo che l’attenzione dimostrata dall’Esecutivo verrà confermata dalle Camere nei prossimi passaggi parlamentari».

Il presidente conclude ringraziando «a nome delle imprese» il Governo ed in particolare il premier Renzi ed i ministri Guidi e Lupi «per aver creduto fino in fondo in quello che si è rivelato uno degli strumenti di politica industriale tra i più efficaci degli ultimi anni».

Infine, ricordiamo al lettore interessato al risparmio energetico che con le offerte energia elettrica attualmente presente sul mercato libero è possibile risparmiare circa il 10% sulla bolletta della luce, così come altro 10% sul gas grazie alle attuali proposte commerciali.

Per identificare le tariffe più vantaggiose, consigliamo l’utilizzo del nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Confronto Tariffe Energia Elettrica »

Ti è piaciuto questo articolo? Vota per SosTariffe.it come miglior sito dell’anno e potrai vincere un MacBook Air e tanti altri premi: hai tempo fino al 21 Novembre!

Vota SosTariffe.it e vinci! »

« notizia precedente « notizia successiva » »

Commenti Facebook: