La Germania blocca UberPop: le auto circolano senza assicurazione

UberPop, il servizio di ride-sharing finanziato da Google Ventures e Goldman Sachs, è stato messo al bando in Germania. Dopo la denuncia di una cooperativa di taxi tedesca, i giudici di Francoforte hanno infatti rilevato l’assenza di adeguata assicurazione per le auto destinate al servizio. La società di San Francisco (Stati Uniti) e i suoi autisti, rischiano fino a 250mila Euro di multa a causa delle mancate assicurazioni.

Grossi guai in Francia e Germania per i servizi di ride-sharing. Mancano i controlli sulle assicurazioni

Automobilisti che svolgono un servizio di trasporto di linea senza licenza con l’ausilio di un’app per smartphone. UberPop, l’applicazione di Google Ventures e Goldman Sachs, ha rivoluzionato il modo di pensare ai trasporti urbani, consentendo a conducenti di guadagnare, e ai pendolari di ottenere passaggi in un click a prezzi imbattibili. L’azienda però, si trova in questo momento nei guai a causa dell’assicurazione.

In Germania infatti, in seguito ad una sentenza dei giudici di Francoforte, il servizio è stato mezzo al bando. Il motivo è la mancanza di adeguate assicurazioni sulle vetture destinate al servizio. Il fattaccio è stato scoperto dopo la denuncia per concorrenza sleale presentata dalla cooperativa Taxi Deutschland Servicegesellschaft fuer Taxicentralen, che ha portato all’abolizione di Uber e UberPop sul territorio tedesco.

UberPop e i suoi autisti rischiano ora, in caso di trasgressione della decisione dei giudici, multe fino a 250.000 Euro.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: