La fine dei vecchi allarmi antincendio

Quelle scatolette rosse che nei film americani si vedono attaccate ai pali del telegrafo ve le ricordate? Già il primo c.d allarme antincendio va in pensione, o meglio viene dichiarato obsoleto e dunque viene accantonato ormai in maniera definitiva dalle autorità locali che non hanno fatto fatica ad ammettere la maggiore praticità di app, smartphone, e altri sistemi ultra tecnologici in tema di antincendio.

La fine dei vecchi allarmi antincendio

L’invenzione di questo curioso oggetto appartiene a Moses Gerrish Farmer e William Francis Channin. Fu la mattina del 19 maggio 1857, quando ritirarono il loro brevetto per il primo sistema telegrafico d’allarme al mondo antincendio.

Il sofisticato sistema era connesso ad una leva recata all’interno di una scatola. Appena la leva veniva tirata, un disco metallico dentro al contenitore iniziava a muoversi, trasmettendo il segnale via telegrafo alla stazione locale dei pompieri. Dalla stazione si poteva, se necessario, trasmettere un allarme ad altri dispositivi in scatola. Un sistema integrato che non mancò di salvare molte vite umane nell’arco di ben 160 anni. Anche i fondatori del resto mai si sarebbero aspettato un successo del genere.

La città di Boston investì per la ricerca circa 10 mila dollari dell’epoca e una volta brevettato l’allarme, ed acquistato dalla The Gamewell Fire Alarm Telegraph Co, l’invenzione di Farmer e Chinnin prese il largo. Le prime 250 città americane che decisero di adottarlo diventarono velocemente 500, tanto che il curioso dispositivo sbarcò in Europa, dove venne utilizzato soprattutto in Francia e in Inghilterra. Anche in Asia quest’apparecchio divenne abbastanza diffuso, entro il 1890, quello che appariva come una bizzarra invenzione divenne di fatto l’autentica certezza che in città si fosse scatenato un incendio.

Adesso i municipi americani hanno detto no. Hanno decretato obsoleto un sistema che non poteva essere più sostenuto. Costi di manutenzione troppo alti, un’idea che appartiene al passato che però a Brooklyn nel 2004 fu ancora di fondamentale importanza; un grande incendio fu spento sul nascere grazie ad una di queste scatolette magiche.

Alcuni si sono comunque schierati in favore di questi curiosi apparecchi. Basti pensare che la loro utilità potrebbe persistere anche nell’era dell’internet mobile, considerando che i cellulari nella tragedia delle torri gemelle e in altre occasioni erano fuori uso, i sistemi a telegrafo non dipendendo da elettricità e quant’altro in casi di black out totali potrebbero ancora essere utili.

L’unico provvedimento in favore di questi “strani oggetti da collezioni” si è verificato nello stato di Washington, dove è stato chiesto dal municipio ad alcuni artisti locali di decorare tutte le scatolette della zona e rivenderle su E-bay per dare manforte alle casse comunali, del resto stanno diventando oggetti da collezione…

Confronta Offerte Internet Mobile »

Commenti Facebook: