La domanda di lavoro per assicurazioni crolla in Svizzera

In Svizzera diminuisce la domanda di lavoro per banche ed assicurazioni. Giovani laureati e stagisti rappresentano attualmente un quarto degli impiegati presso USB e Credit Suisse e i posti vacanti nei due settori secondo l’indice Finews JobDirectory sono al – 2.5% in dicembre 2014 rispetto a settembre dello stesso anno. Come spiegare il fenomeno? Secondo gli esperti la tendenza negativa riguarda tutti gli altri impiegati e continuerà nel 2015.

Lavorare a Zurigo. Bene stagisti e neolaureati ma diminuscono gli altri impieghi

Non solo l’Italia sta attraversando una crisi del lavoro privato: anche in Svizzera la domanda di lavoro nei settori finanziario ed assicurativo supera l’offerta. Solo gli istituti USB e Credit Suisse cercano nuove collaborazioni ed assolvono le speranze di stagisti e giovani laureati, attualmente impiegati per un quarto presso i suddetti istituti.

La notizia arriva direttamente da Zurigo, dove i dati resi noti dall’indice Finews JobDirectory rispetto alle offerte per impiegati sono allarmanti. Alla fine di dicembre 2014 i posti vacanti presso banche ed assicurazioni erano 4.184 (il 2,5% in meno rispetto a settembre) ma ciò non deve ingannare, in quanto appunto, trattasi di assunzioni relative soprattutto a stagisti. Alla fine di dicembre anche le assicurazioni offrivano 1204 posti per impiegati (+4,5%) ma le previsioni per il 2015 sono negative.

Gli esperti infatti, annunciano la fine  di una fase di domanda di lavoro durata 18 mesi.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: