Internet libero: arriva la rivoluzione europea

Mancano poche ore all’attesa “rivoluzione” comunitaria di internet. Il vice presidente della Commissione Ue, nonché responsabile per l’Agenda Digitale, sta per presentare l’atteso pacchetto sul Mercato Unico con il quale intende spingere sul tema dell’unificazione del mercato, garantendo l’avvio del processo di razionalizzazione non più prorogabile.

agendadigitale

Tra i principali contenuti del pacchetto si segnalano alcuni interventi in favore dell’economia digitale, e una raccomandazione per garantire prezzi stabili per l’accesso alle reti in rame per un periodo di tempo di otto anni, con l’obiettivo di favorire gli investimenti nella banda larga.

Scopri le migliori offerte ADSL

Ad essere particolarmente atteso è anche il “passaporto europeo” per gli operatori, grazie al quale basterà un’unica autorizzazione per poter operare in tutti i Paesi Ue. Sempre in proposito di omogeneità di trattamento, la Commissione ha altresì scelto di far proprio il principio dell’open internet, in maniera tale che tutti i servizi siano trattati in modo identico dai provider senza blocchi preventivi come accade oggi.

Ancora, elemento di rilevanza sarà costituito dall’abbattimento del roaming, con il piano comunitario che fissa al prossimo 1 luglio 2013 il termine ultimo per gli operatori per potersi accordare tra di loro al fine di garantire tariffe univoche ad almeno l’85 per cento della popolazione europea.

Commenti Facebook: