Impianti termici: etichetta obbligatoria dal 2015

A partire dal 26 settembre 2015, anche per i dispositivi di riscaldamento arriva l’obbligo dell’etichetta energetica.L’ufficialità è arrivata lo scorso 6 settembre in seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE del Regolamento n 811/2013 emanato ad integrazione della Direttiva 2010/30/UE

Confronta tariffe energia elettrica
Etichetta energetica obbligatoria per gli impianti termici

La nuova direttiva riguarda le regole di progettazione compatibile e l’etichettatura dei sistemi per il riscaldamento ambientale, dei dispositivi di riscaldamento misti, degli apparecchi di controllo della temperatura e degli apparecchi solari.
In altri termini il nuovo regolamento si applicherà a:

  • generatori di calore e sistemi di riscaldamento per ACS (Acqua Calda Sanitaria), questi ultimi meglio noti come scaldacqua, aventi una potenza termica nominale ≤ 70 Kw
  • serbatoi per l’acqua calda aventi un volume utile ≤ 500 litri, i cosiddetti accumuli;
  • sistemi di controllo e gestione e terminali d’ambiente con potenza nominale ≤ 70 Kw;
  • dispositivi solari e collettori solari per ACS.

Ognuno di questi dispositivi dovrà quindi essere munito dell’apposita etichetta stampata indicante consumi energia elettrica, informazioni tecniche sul prodotto e classe di appartenenza energetica, nonché della relativa scheda prodotto.

A partire dal 26 settembre 2015 non solo tutti i fornitori dovranno adempiere a tale obbligo, ma anche i rivenditori saranno tenuti a rispettare il nuovo regolamento, assicurandosi che l’etichetta energetica sia ben visibile sugli apparecchi in vendita e che tutte le informazioni sui consumi energetici stagionali (in condizioni climatiche medie) siano disponibili sia presso i punti vendita, che sul materiale promozionale.

Infine, sottolineano che i collettori solari saranno gli unici a poter presentare la classe di massima efficienza A+++ ed un’etichetta energetica univoca a livello europeo.

Fuente: Orizzontenergia.it

Commenti Facebook: