di

Il programma pilota australiano per misurare le prestazioni della banda larga fissa

ACCC (Australian Competition and Consumer Commission) ha completato con successo il programma pilota BPMR (Broadband Performance Monitoring & Reporting Program) concepito per misurare e monitorare le prestazioni dei servizi a banda larga fissa e dare conto dei risultati ai consumatori e agli ISP (Internet Service Provider).

Il programma pilota australiano per misurare le prestazioni della banda larga fissa
Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL
Abbiamo preso in carico la tua richiesta!
Un nostro esperto ti contatterà per aiutarti a trovare l'offerta giusta per te.

Misurare e monitorare le prestazioni dei servizi di accesso a banda larga fissa forniti dagli ISP (Internet Service Provider) attivi in Australia e dare conti dei risultati ai consumatori. È l’obiettivo del programma pilota BPRM (Broadband Performance Monitoring & Reporting Program) messo a punto da ACCC (Australian Competition and Consumer Commission).

Confronta offerte ADSL »

Il programma BPRM è stato concepito per promuovere la concorrenza e garantire trasparenza in materia di qualità dei servizi di accesso a banda larga fissa, spiega Rod Sims, presidente di ACCC.

La concorrenza, nel mercato australiano della banda larga fissa, trova un limite nella asimmetria di informazioni che si rinviene tra gli ISP e i consumatori e tra gli stessi fornitori.

I consumatori, infatti, non dispongono di informazioni accurate riguardanti le prestazioni dei servizi forniti dagli ISP e ciascuno dei fornitori conosce sì le performance reali delle proprie reti, ma non quelle dei network degli operatori concorrenti.

La mancanza di informazioni diminuisce la probabilità che gli ISP si attivino per migliorare le loro reti, aumenta la probabilità che i consumatori siano indotti in errore o fraintendano le effettiva capacità dei servizi sottoscritti, limita il diritto dei consumatori a scegliere le soluzioni a banda larga fissa che meglio rispondono alle loro esigenze, evidenzia ACCC.

Il programma pilota BPRM ha coinvolto su base volontaria circa 90 abitazioni a Melbourne dotate di servizi di accesso a banda larga fissa forniti attraverso molteplici tecnologie. Le operazioni di misurazione e di monitoraggio sono state condotte da SamKnows e Comdate per un periodo di tre mesi.

I volontari hanno installato un dispositivo hardware in casa programmato per eseguire una serie di test atti a misurare e monitorare le prestazioni del servizio a banda larga fissa sottoscritto, con riferimenti a parametri quali la velocità di connessione in download e in upload, la latenza, il tasso di perdita dei pacchetti e la variabilità del ritardo (jitter).

Dall’analisi dei risultati ottenuti è emersa la tendenza a un notevole peggioramento delle prestazioni dei servizi a banda larga fissa nei periodi di utilizzo di picco, con particolare riferimento alla velocità di connessione in download.

ACCC vorrebbe rendere operativo il BPMR ed estenderlo all’intero territorio australiano, ma per raggiungere gli obiettivi in oggetto è necessario passare attraverso una o più fasi di consultazione e superare le resistenze manifestate dagli ISP. Analoghi programmi sono stati invece già attuati nei mercati di USA, Regno Unito, Nuova Zelanda e Singapore.

Per quanto riguarda il mercato dei servizi a banda larga fissa in Italia, si ricorda, AGCOM (Autorità per le Garanzia nelle Comunicazioni) ha lanciato il progetto Misura Internet, che prevede il perseguimento di due obiettivi:

  • effettuare misure certificate per comparare la qualità delle prestazioni offerte da ogni ISP in relazione ai piani tariffari ADSL più venduti
  • consentire ai consumatori di valutare in autonomia la qualità dei loro accessi a Internet da postazione fissa attraverso i software Ne.Me.Sys. (Network Measurement System) e MisuraInternet Speed Test

Si ricorda, infine, che SosTariffe.it ha reso da tempo disponibile uno Speed Test basato sulla tecnologia firmata Ookla, che permette di verificare la velocità di connessione effettiva fornita dal proprio ISP di riferimento e, al contempo, individuare gli operatori che, in una determinata area, offrono i servizi a banda larga fissa con le prestazioni più elevate.

Effettua lo Speed Test »