Guidare senza Rca: quanti punti si perdono sulla patente?

5 punti in meno sulla patente (il doppio nel caso dei neopatentati) e multe salate, in particolare per i recidivi che si vedranno il proprio veicolo sottoposto a fermo amministrativo: con l’approvazione del decreto fiscale, il Governo sta cercando di porre un argine a un fenomeno italiano, quello della guida senza assicurazione.

5 punti in meno per chi viene colto in fragrante

I cambiamenti con il decreto fiscale

La guida senza Rca è un fenomeno purtroppo molto diffuso in Italia e assai pericoloso, considerando che non si ha la copertura da parte di un istituto assicurativo in caso di incidente con danni verso terzi: sarà il Fondo di garanzia per le vittime della strada a provvedere al risarcimento, per poi rivalersi su chi ha causato l’incidente, con spese che possono essere veramente ingenti.

Ma oltre a questi rischi, va ricordato che guidare senza patente è una grave infrazione del Codice della Strada. Con l’approvazione lo scorso 13 dicembre del decreto fiscale, la situazione diventa ancora più pesante per il guidatore senza assicurazione auto: finora infatti essere colti in flagrante non causava una decurtazione di punti dalla patente, ora invece ne saranno sottratti 5, 10 in caso di neopatentati. Tutto questo va ad aggiungersi a una multa da 848 fino a 3393 euro, che diventano 424,50 assicurandosi entro il 30° giorno dopo la scadenza.
Confronta le assicurazioni auto »

Guai ancora più seri per i recidivi

Il giro di vite rende molto più pesante anche la mano verso i recidivi: chi viene sorpreso due volte in due anni senza Rca va incontro a una multa da un minimo da 1696 euro a un massimo di 6786 euro, a cui va aggiunta una sospensione della patente da uno a due mesi. Scatta anche il fermo amministrativo del veicolo per 45 giorni, con a carico del trasgressore le spese di trasporto e custodia del veicolo (quando di proprietà).

La sanzione della multa doppia sarà sempre valida anche in caso di seconda infrazione a più di due anni di distanza dalla prima.

Come ricorda il Codacons, si tratta di un provvedimento ormai inderogabile: secondo le parole del presidente Carlo Rienzi, quello della guida senza assicurazione è «un fenomeno che ha registrato un vero e proprio boom nel periodo della crisi economica, e in base alle ultime stime sono quasi 5 milioni le autovetture circolanti in Italia sprovviste di assicurazione. Il 13% del parco veicoli in Italia è privo di RC Auto, con percentuali più elevate in Campania, dove una automobile su 4 circola senza copertura assicurativa. Un fenomeno, questo, che danneggia la collettività e ha effetti negativi sulle tariffe praticate delle imprese assicuratrici».

Commenti Facebook: