Google Wallet: PayPal e eBay fanno causa al motore di ricerca

Nuovo grattacapo legale per Google: il motore di ricerca, stando a una notizia di qualche ora fa diffusa dall’agenzia di stampa Reuters Italia, è stato denunciato da eBay e da PayPal a causa di alcuni presunti “furti intellettuali” legati a sistemi di pagamenti in mobilità.

Secondo quanto dichiarato dalle due società, infatti, il nuovo Google Wallet, il sistema di pagamento mobile per Android annunciato qualche giorno fa dal motore di ricerca di Mountain View, sarebbe stato concepito su alcuni segreti aziendali arrivati al search engine con l’assunzione di due ex dipendenti di PayPal, ovvero Osama Bedier e Stephany Tilenius.

Un comportamento considerato scorretto da PayPal: secondo la società, infatti, Google avrebbe preferito assumere i due specialisti anziché puntare ad una partnership diretta con essa, puntando così ad appropriarsi completamente del servizio. Per questo motivo è arrivata la decisione di rivolgersi ad un tribunale per risolvere la faccenda: molto probabilmente la vicenda si protrarrà a lungo, come spesso accade in questi casi.

Google Wallet, per chi ancora non lo conoscesse, è un nuovo sistema di pagamento mobile basato sulla tecnologia NFC (Near Field Communication), nato dalla collaborazione del motore di ricerca con Citi e Mastercard, che consente di utilizzare il cellulare come mezzo per effettuare pagamenti e acquisti. Attualmente il servizio è in fase di test a New York e San Francisco: vedremo in quanto tempo si diffonderà e se e quando arriverà in Italia.

Commenti Facebook: