Google Project Fi: tariffe, copertura, tecnologia

La tecnologia sviluppata da Google per Project Fi consente di agganciare in maniera intelligente la rete Wi-Fi o il network 4G LTE (Long Term Evolution) più veloce disponibile nel luogo ove si trova lo smartphone. Per la copertura, la casa di Mountain View (California, USA) si è affidata alle infrastrutture degli operatori di telecomunicazioni Sprint e T-Mobile. Per quanto riguarda le tariffe, il servizio di BigG prevede un prezzo di 20 dollari/mese per minuti e messaggi illimitati negli USA, chiamate a basso costo ed messaggi illimitati internazionali, e tethering Wi-Fi, e di 10 dollari ogni GB di traffico dati consumato. Tutti i dettagli dell’offerta.

Project Fi: l’offerta di Google per la telefonia mobile
BigG debutta nel mercato della telefonia mobile

Google Project Fi è realtà. Le ipotesi formulate in base all’analisi di un firmware destinato a Nexus 6 hanno infatti trovato riscontro in un posto pubblicato presso il blog ufficiale della casa di Mountain View da Nick Fox, vicepresidente della divisione Communications Product.

Google debutta nel mercato della telefonia mobile, nella veste di MVNO (Mobile Virtual Network Operator). Con una tecnologia innovativa e con tariffe che rappresentano in molti casi (non sempre) un unicum nel mercato statunitense, ove i consumatori sono chiamati a versare cifre consistenti, soprattutto per il traffico dati in mobilità.

Confronta offerte Telefonia Mobile

Si pensi, per esempio, che AT&T chiede 20 dollari/mese per fruire di 300 MB/mese e che Verizon Wireless propone al prezzo di 60 dollari un piano tariffario che include sì minuti e messaggi illimitati, ma soltanto 1GB di traffico dati.

Le tariffe

Project Fi prevede una tariffa base fissa di 20 dollari/mese che include:

  • chiamate illimitate verso tutti (USA)
  • messaggi illimitati verso tutti (USA)
  • chiamate internazionali a basso costo
  • messaggi internazionali illimitati
  • tethering Wi-Fi

Per il servizio Internet Mobile, l’azienda statunitense chiede 10 dollari/mese per ciascun GB consumato. Si parte da 30 euro/mese (tariffa base + 10 dollari/1GB) per arrivare a 120 dollari/mese (tariffa base + 100 dollari/10GB). Il tutto senza alcun vincolo contrattuale.

Confronta offerte Internet Mobile

Le cifre di cui sopra si riferiscono ai costi tasse escluse. Nella pagina FAQ (Frequently Asked Questions) predisposta da Google, si apprende che le tasse pesano in media per importi compresi tra il 10% e il 20% del costo mensile da sostenere.

Chiamate e traffico dati internazionali

Google ha reso disponibile anche un prospetto dei costi che i clienti di Project Fi dovranno sostenere per le chiamate e il traffico dati internazionali.

I clienti che vorranno utilizzare il servizio in Italia, dovranno pagare:

  • 20 centesimi/minuto per le chiamate voce
  • 10 dollari/GB per il traffico dati (su rete 3G a 256 Kbps)

I clienti che vorranno telefonare dagli USA verso l’Italia, dovranno pagare:

  • 1 centesimo/minuto verso rete fissa
  • 4 centesimi/minuto verso i numeri cellulari TIM, Vodafone, Wind e Tre
  • 20 centesimi/minuto verso i numeri cellulari degli altri operatori di telefonia mobile 

Il riaccredito: si pagano i GB che si consumano

Google vuole che i clienti paghino soltanto il traffico dati consumato e ha previsto un meccanismo di riaccredito. Per esempio, un cliente che ha pagato 30 euro per avere 3GB di dati da consumare nel mese di riferimento, ma che ne utilizzerà soltanto 2,2GB, si vedrà riaccreditati 8 dollari per gli 800MB non consumati, da sfruttare nel mese successivo.

Si parte con Nexus 6 e su invito

Google Project Fi è disponibile per il momento soltanto con Nexus 6 e su invito. «Request invite», recita infatti un pulsante virtuale di colore verde presente nella homepage del sito web del servizio.

Si parte con Nexus 6 perché lo smartphone prodotto da Motorola è in grado di supportare la tecnologia sviluppata per Project Fi e di agganciare tutte le reti 4G LTE dispiegate negli USA e numerosi network di quarta generazione attivi negli altri Paesi, spiega Google.

L’azienda statunitense ha confezionato anche un bundle per consentire ai consumatori di comprare Nexus 6 a rate, senza interessi e senza anticipo:

  • 27,04 dollari/mese per 24 mesi per Nexus 6 32GB
  • 29,12 dollari/mese per 24 mesi per Nexus 6 64GB

Chi invece già dispone di Nexus 6, dopo aver aderito a Project Fi, riceverà in via gratuita la SIM Card necessaria per fruire del servizio, sviluppata in collaborazione con Sprint e T-Mobile.

La tecnologia 

I Nexus 6 con SIM Card Project Fi sono in grado di agganciare la rete cellulare più veloce disponibile in un determinato luogo. In assenza di copertura 4G LTE, gli smartphone si connetteranno a Internet attraverso le reti cellulari 3G o 2G più veloci disponibili nel medesimo luogo.

Il passaggio automatico tra le reti cellulari disponibili in un determinato luogo non impatterà in maniera negativa sulla durata della batteria di Nexus 6, in virtù di un software ottimizzato per la gestione del passaggio stesso, evidenzia Google.

Oltre che sulle infrastrutture di Sprint e T-Mobile, il servizio di telefonia mobile di Google poggia sulle reti Wi-Fi gratuite e aperte censite in un database ad hoc. BigG promette la massima sicurezza possibile grazie all’impiego di VPN (Virtual Private Network).

Gli utenti di Nexus 6 e clienti di Project Fi possono in qualsiasi momento disattivare la funzione Wi-Fi, anche se Google raccomanda di tenerla sempre attiva per fruire appieno del servizio. Se si inizia una chiamata su rete Wi-Fi e si perde la connessione, Project Fi reindirizza subito la chiamata verso la rete cellulare disponibile in zona.

Numero di cellulare e Google Hangouts

È possibile trasferire su Project Fi il proprio numero di cellulare, ma non attraverso un meccanismo di portabilità analogo a quanto previsto nel mercato italiano. Per disdire un eventuale servizio sottoscritto in precedenza con un operatore, infatti, si deve contattore quest’ultimo in prima persona.

Il numero di cellulare associato a Project Fi può essere utilizzato tramite qualsiasi dispositivo dotato di supporto per Google Hangouts.

Commenti Facebook: