Facebook, i post ottimisti sono contagiosi

Secondo quanto afferma una recente ricerca pubblicata su Plus One, i post positivi sarebbero contagiosi. Ne consegue che, semplificando l’analisi universitaria di cui ora vi parleremo, la felicità è in grado di diramarsi in maniera piuttosto rapida sui social network.

Facebook, i post ottimisti sono contagiosi

Lo studio condotto dalla Jacobs School dell’Università di San Diego, in California, ha analizzato gli status di Facebook in 100 città americane. Il monitoraggio è durato quasi 1.200 giorni (da gennaio 2009 a marzo 2012) ed ha utilizzato un programma apposito che punta a misurare il contenuto emotivo di ogni singolo post.

Confronta le offerte mobili»

L’obiettivo del monitoraggio era cercare di stabilire quali fossero i responsi dei singoli aggiornamenti di stato, e se i vari post potessero essere ascritti nella categoria di quelli felici e ottimisti, o di quelli negativi e pessimisti. A questo punto il monitoraggio si è spostato sull’analisi tendenziale, cercando di capire se il contenuto emotivo dei post potesse influenzare le cerchie di amici su internet.

Escludendo i post a maggiore rischio di interferenza (come quelli meteo) i ricercatori hanno stabilito che ogni status “deprimente” aumenta dell’1,29% i post tristi nelle proprie cerchie virtuali, mentre uno status allegro aumenta la presenza di post positivi tra gli amici dell’1,75%, inducendo i valutatori a considerare che la felicità si trasmetterebbe più facilmente della negatività.

Commenti Facebook: