Eurotariffa: da oggi chiamate, sms e Internet ancora più convenienti

A partire da oggi, 1 luglio 2014, scatta il nuovo ribasso per le telefonate in roaming tra i paesi dell’Unione Europea. E questa volta il taglio si fa ancora più consistente, rendendo meno onerose le telefonate effettuate, ricevute e la navigazione Internet al di fuori dei propri confini nazionali ma rimanendo comunque in uno degli Stati membri.

Si riducono i costi del roaming, in vista dell'azzeramento totale che potrebbe arrivare a fine 2015

Come ricorda proprio oggi il quotidiano La Repubblica, dall’entrata in vigore dell’Eurotariffa, nel 2007, ad oggi i costi si sono ridotti notevolmente, di circa il 90%, consentendo un risparmio notevole sulle comunicazioni nel vecchio continente. Ma quali saranno le tariffe valida a partire da oggi e fino al 15 dicembre del prossimo anno? Vediamole:

  • telefonate effettuate: 19 cent al minuto;
  • telefonate ricevute: 5 cent al minuto;
  • sms verso tutti i numeri: 6 centesimi l’uno;
  • traffico dati a 20 cent per MB scaricato.

Come possiamo notare, la navigazione base Internet, quindi senza offerte specifiche per il traffico dati, si riduce notevolmente, passando da 45 cent/MB a 20 cent (mantenendo comunque il tetto massimo mensile di 50 euro). Telefonate e sms, inoltre, calano di oltre il 20% rispetto alla precedente fascia dell’Eurotariffa in vigore fino a ieri: le chiamate, infatti, avevano un costo di 24 centesimi al minuto su quelle effettuate e 7 cent su quelle ricevute, mentre per gli sms si pagava 8 cent a messaggio.

Confronta tariffe cellulari

Insomma, la spesa effettuata con il proprio cellulare o smartphone all’interno dell’Unione si fa sempre meno pesante, anche senza opzioni dedicate, in vista del grande cambiamento che potrebbe arrivare nel 2015. Già dalla fine del prossimo anno, infatti, l’obiettivo dell’UE è quello di azzerare completamente le tariffe di roaming. Questo significherà la fine dell’Eurotariffa per come la intendiamo oggi: probabilmente resterà valida una tariffa base, ma le compagnie telefonica avranno la possibilità di operare su tutto il continente. Grazie a tutto ciò una tariffa o un’opzione di un operatore italiano potrà essere utilizzata senza costi aggiuntivi su tutto il territorio dell’UE.

Una vera e propria rivoluzione per le comunicazioni mobili e che i cittadini europei attendono con impazienza. Per ora, però, i paesi dell’Unione non hanno ancora raggiunto un accordo in merito: tuttavia Neelie Kroes, la commissaria UE che si occupa dell’agenda digitale, si è detta fiduciosa che presto verrà trovata un’intesa tra i paesi membri e che dalla fine dell’anno prossimo il roaming sparirà definitivamente.

Commenti Facebook: