Eolico: energia verde che risparmia acqua

Dagli studi di EWEA emerge che gli impianti di produzione di energia non eolica in Europa coprono il 44% del consumo totale di acqua a livello europeo.

energia non rinnovabile consuma troppa acqua
La produzione di energia non eolica in Europa copre il 44% del consumo totale di acqua

Saving water with Wind Energy” è il titolo di una recente ricerca EWEA (European Wind Energy Association), l’associazione europea degli operatori del settore dell’energia eolica, secondo la quale gli impianti nucleari, quelli a carbone e quelli a gas consumano circa 4,5 miliardi di m³ d’acqua l’anno, una quantità pari a quella annualmente impiegata da 82 milioni di cittadini in Europa.

Dati sui quali riflettere, soprattutto se pensiamo che quello dell’efficienza idrica è un fattore che spesso non viene preso in considerazione dai media e dal grande pubblico nel calcolare gli impatti ambientali della produzione di energia.

In tal senso l’EWEA sottolinea che l’energia prodotta da fonte eolica, utilizzando quindi limitate risorse idriche per raffreddare i generatori e per pulire periodicamente le pale, comporterebbe un risparmio di 1,2 miliardi di m³ d’acqua l’anno e di 2,4 miliardi di euro: entro il 2030 il minor sfruttamento idrico comporterebbe un risparmio stimato tra gli 11,8 e i 17,4 miliardi di euro l’anno.

La speranza dell’associazione nel pubblicare questa ricerca è che le discussioni di Bruxelles sulle politiche europee per il clima e l’energia al 2030 possano fissare degli standard di efficienza idrica più elevati e sostenere maggiormente le energie rinnovabili, in primis l’eolico.

Fonte: Orizzontenergia.it

Commenti Facebook: