Energy Divide: la possibile soluzione di Enel

Nel mondo 1,4 miliardi di persone non hanno la possibilità di accedere a nessuna fonte di energia: è il problema dell’Energy Divide, ovvero il divario che intercorre tra fabbisogno energetico e reale disponibilità di energia elettrica. Non è facile trovare una soluzione a questo problema che coinvolge, a livello planetario, tutti anche coloro che di energia ne hanno e anche in abbondanza. La sostenibilità energetica, ambientale e sociale è una dell prime strade da imboccare. Enel propone una propria soluzione: il programma Enabling Electricity.

Si tratta di una serie di progetti che il gruppo Enel ha già avviato in diversi Paesi del mondo. Grazie a questa serie di iniziative, che dimostrano l’impegno dell’azienda nei confronti di questo tema già da tempo, oltre un milione di persone hanno potuto avere l’accesso all’energia del quale prima non godevano.

Tuttavia, secondo quanto affermato da Enel stessa, questo risultato è solo un primo passo verso ulteriori sforzi che verranno intrapresi nei prossimi anni. Nei prossimi tre anni, infatti, grazie al programma Enabling Electricity, si vuole garantire ad altri 2 milioni di persone l’accesso all’energia.

Con “accesso all’energia”, Enel intende la fruibilità tecnologica e infrastrutturale dell’energia, ma anche il miglioramento delle condizioni di vita sociali ed economiche delle comunità che risiedono nei Paesi nei quali viene attivato il programma.

Scopri le offerte di Enel

Commenti Facebook: