Rimborsi automatici in bolletta dell’energia: ecco come funzionerà

L’Autorità per l’Energia ha confermato, in modo esplicito, che per i consumatori ci sarà un rimborso automatico in bolletta degli importi indebiti derivanti da condotte anomale tenute dagli operatori del mercato all’ingrosso. Ecco tutti i dettagli su questa nuova delibera emessa oggi dall’Autorità. 

L'Autorità per l'Energia ha rilasciato una nuova importante delibera

Con la deliberazione 575/2016/R/eel, l’Autorità per l’Energia ha stabilito che, a prescindere dall’esito delle decisioni della giustizia amministrativa sulla questione, i consumatori vedranno garantito, in modo del tutto automatico, il rimborso sulla bolletta dell’energia elettrica degli importi recuperati dall’Autorità sulla vicenda delle condotte anomale tenute nei mesi passati da diversi operatori nel mercato dell’ingrosso dell’energia elettrica

Stando a quanto sancito da questa nuova delibera, gli importi recuperati saranno compresi nel calcolo dei saldi tra proventi conseguiti e oneri sostenuti per l’approvvigionamento delle risorse nel mercato per il servizio di dispacciamento scontando il valore corrispettivo uplift da applicare al primo trimestre utile.

Questo sistema, di fatto, consente l’immediato ed automatico riconoscimento degli importi a tutti gli utenti del dispacciamento e, di conseguenza, anche a tutti gli utenti finali. Il rimborso sarà previsto, senza discriminazione alcuna, sia per i clienti del mercato tutelato che per i clienti che hanno scelto il mercato libero.

Nella delibera, consultabile tramite il portale dell’Autorità, viene effettuato un dettagliato resoconto di quanto avvenuto in questi mesi in merito alla vicenda che, di fatto, si conclude, per gli utenti finali, con quanto stabilito dall’Autorità stessa nella giornata di oggi.
Confronta le tariffe per l’Energia elettrica

Per quanto riguarda i produttori abilitati ad offrire nel mercato del dispacciamento, l’Autorità, oltre a prospettare nuove misure di regolazione asimmetrica per la promozione della concorrenza e per il corretto funzionamento del mercato, ha effettuato una segnalazione all’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM). In tale segnalazione, vengono riportate alcune possibili violazioni della normativa in materia di diritto della concorrenza che porteranno all’apertura di due istruttorie da parte della AGCM per effettuare tutti gli accertamenti del caso.

Per tutti i procedimenti avviati nei confronti degli utenti titolari di unità di consumo, come grossisti e trade, o di unità di produzione da rinnovabili non abilitate sul mercato del dispacciamento, l’Autorità ha fatto sapere che se saranno accertate strategie non diligenti da parte degli operatori, che potrebbero aver tratto margini rilevanti, saranno stabilite le restituzioni degli importi indebiti che poi verranno ridistribuiti alla generalità degli utenti finali.

 

Commenti Facebook: