Enel, dopo il Brasile tocca a Cile e Stati Uniti

Enel Green Power non si ferma nella sua politica di realizzazione di nuovi impianti nel continente americano. È di pochi giorni fa infatti la notizia dell’avvio dei lavori per il complesso idroelettrico di Apiacás nel Mato Grosso, in grado, una volta realizzato, di generare 490 GHw l’anno; ma anche il Cile e gli USA ospiteranno nuovi stabilimenti del gigante energetico italiano.

Energia solare
Due nuovi impianti sfrutteranno il sole per produrre energia

Per l’esattezza i nuovi impianti verranno costruiti a Ollague in territorio cileno, vicino al confine boliviano, e in Nevada, stato USA tra quelli a maggiore vocazione fotovoltaica. Sarà infatti il sole la chiave dei due complessi: in Cile si punterà su un impianto composto da fotovoltaico, mini-eolico e sistema co-generativo che possa produrre energia elettrica e acqua calda per la scuola di un villaggio, con una potenza installata pari a 232 kW e una capacità produttiva di circa 460 MWh all’anno, quanto basta per i consumi di 150 famiglie. Si tratterà di uno “stand alone“, cioè non collegato alla rete elettrica nazionale.
Confronta le migliori offerte Enel Energia
In Nevada Enel Green Power ha invece avviato la costruzione di un impianto solare termodinamico che affiancherà la centrale geotermica di Stillwater, già abbinata a un impianto fotovoltaico da 26 MW. Sarà il primo impianto ibrido al mondo in grado di unire la capacità di generazione continua della geotermia al solare termodinamico, grazie a un impianto a specchi parabolici lineari.

Commenti Facebook: