Elettrodomestici in standby in vacanza: incidono sulla bolletta del 25% | Lo studio di SosTariffe.it

Il nuovo studio di SosTariffe.it in tema di consumi di energia elettrica si concentra su una delle principali fonti di spreco delle nostre case, ovvero gli elettrodomestici lasciati in standby che, durante il periodo di vacanza, possono arrivare a costare in media 137 Euro in bolletta. Ecco i risultati dell’ultimo osservatorio di SosTariffe.it sull’argomento. 

Gli elettrodomestici in standby comportano una spesa extra di energia elettrica durante le vacanze

Per evitare di dover affrontare una bolletta dell’energia elettrica troppo salta può risultare una buona abitudine da adottare quella di staccare le prese di tutti gli elettrodomestici presenti in casa, evitando, quindi, di lasciare attiva per le settimane di assenza la funzione standby di dispositivi in questione che, di norma, viene indicata con la tradizionale lucina rossa presente sull’apparecchio spento (è il caso tradizionale della TV lasciata in standby ad esempio).

L’ultimo osservatorio di SosTariffe.it in materia di consumi di energia elettrica e di relativi costi in bolletta ha analizzato il consumo in standby degli elettrodomestici più diffusi in casa. Il risultato di tale analisi è una stima di quanto si andrebbe a risparmiare in bolletta spegnendo, in modo completo, tali dispositivi durante i soggiorni fuori casa. In particolare, lo studio ha considerando una vacanza di un mese ad agosto 2017.

E’ importante sottolineare che lo studio è stato condotto grazie al comparatore di SosTariffe.it che mette in evidenza le migliori offerte per l’energia elettrica del mercato libero.

Elettrodomestici spenti durante la vacanza: risparmi oltre i 137 Euro

I risultati dello studio di SosTariffe.it mettono in evidenza che lasciando gli elettrodomestici in standby durante la vacanza si va a spendere ben 137,10 Euro in più per chi ha all’attivo la tariffa AEEGSI del mercato tutelato. Tale spesa si riferisce ad una famiglia di 4 persone con un consumo annuo di 2.700 kWh ripartiti per metà di giorno e per metà di notte e durante i giorni festivi.

Con questa tipologia di tariffa, lasciando gli elettrodomestici a casa si registrerà un aumento in bolletta del 25%. Sommando i consumi derivati degli elettrodomestici lasciati in standby, infatti, si arriva a registrare una spesa energetica di circa 50 kWh per un mese di vacanza. Al netto dei prezzi attuali del mercato tutelato, quindi, la spesa extra in bolletta è di 137 Euro.

Sfruttando il comparatore di SosTariffe.it è possibile attivare un’offerta più conveniente, scegliendo tra le migliori soluzioni disponibili sul mercato libero. Sempre tenendo come punto di riferimento un profilo di consumo di 2.700 kWh annui con suddivisione dei consumi per metà di giorni e per metà nella fascia che comprende le ore serali e i festivi, si può ridurre la spesa legata agli elettrodomestici in standby del 30% arrivando, quindi, a spendere 96 Euro per un mese di vacanza. Scopri le migliori offerte per l’energia elettrica

E’ il frigorifero l’elettrodomestico più energivoro

Tra gli elettrodomestici che comportano un consumo maggiore se lasciati in standby troviamo il frigorifero che consuma 14,40 kWh al mese, un dato che si traduce in una spesa extra in bolletta di quasi 39 Euro. Da notare anche come lo stereo in standby presenti un consumo notevole che può comportare una spesa extra di ben 22 Euro.

Anche i vecchi TV consumano tanto e possono comportare una spesa di 15 Euro. Spese elevate anche per tutti i componenti informatici di casa (il monitor, la stampante, il router Wi-Fi ed il computer di casa) che, se lasciati in standby per un mese, comportano una spesa extra in bolletta superiore ai 6 Euro per componente.

Analizzando, invece, gli elettrodomestici che comportano un consumo ridotto in standby notiamo come la lavatrice risulti essere tra i dispositivi meno impattanti sull’aumento dei consumi comportando una spesa extra di 1,29 Euro. Anche il lettore DVD e la smart TV sono poco dispendiosi. Questi dispostivi in standby costano rispettivamente 0,73 Euro e 1,48 Euro al mese.

La tabella seguente riassume i consumi in standby dei principali elettrodomestici:

 

Commenti Facebook: