Ecco i nuovi tassi per investire i risparmi con il conto Esagon

Il conto Esagon di Credito Fondiario si è affermato negli ultimi tempi come uno dei più convenienti conti deposito per chi ha del capitale da investire e vuole farlo fruttare, con un vincolo variabile da 1 a 7 anni. Nell’ultimo caso, con i nuovi tassi, è possibile arrivare a un rendimento di 3,15%, molto superiore alla maggior parte dei conti deposito attualmente disponibili sul mercato bancario.

Il rendimento con il vincolo a 84 mesi è del 3,15% lordo

I nuovi tassi di Conto Esagon

Relativamente al Conto Esagon, questi sono i tassi lordi per chi vuole investire nel conto deposito di Credito Fondiario:

  • 12 mesi: 0,75%
  • 18 mesi: 1%
  • 24 mesi: 1,25%
  • 36 mesi: 1,50%
  • 48 mesi: 2%
  • 60 mesi: 2,50%
  • 72 mesi: 3%
  • 84 mesi: 3,15%

Conto Esagon permette quindi di avere tassi d’interesse tra i più competitivi del mercato, con la possibilità di aprire tutti i conti desiderati per le persone fisiche maggiorenni con cittadinanza e residenza fiscale esclusivamente italiana.

Ipotizzando pertanto un vincolo a 84 mesi di 25.000 euro, l’interesse netto totale sarà di ben 4.079,25 euro; la stessa somma, con un vincolo di 60 mesi, frutterà 2313,50 euro di interesse netto e per un vincolo di 36 mesi 832,50 euro di interesse netto.

Gli importi da investire devono essere pari o superiori a 10.000 euro, ed essere vincolati da un minimo di 12 mesi a un massimo di 84 mesi. Conto Esagon è gratuito: non solo non costa nulla vincolare le somme e mantenere aperto il conto, ma anche l’imposta di bollo, per tutta la durata del vincolo, è a carico dell’istituto di credito.
Scopri Conto Esagon »
Per quanto riguarda la liquidazione degli interessi, questa avviene automaticamente, con cadenza trimestrale o annuale a seconda delle tipologia delle cedola scelta: non è quindi necessario dover attendere la scadenza naturale del vincolo prima di ricevere quanto ha fruttato l’investimento. Si tratta però, a differenza di altri conti desposito con rendimento minore, di un conto non svincolabile.

Come fare per aprire un conto deposito Esagon

Per aprire Conto Esagon è necessario avere a portata di mano due documenti di riconoscimento, il tesserino del codice fiscale o la tessera sanitaria, le coordinate bancarie del conto corrente di appoggio, un numero di cellulare e un indirizzo di posta elettronica. È possibile farsi assistere via telefono dal Servizio Clienti di Credito Fondiario, chiamando il numero gratuito 800 545 999 (051 499 2133 per chiamate dall’estero) attivo tutti i giorni dalle 6 alle 24.

Conto Esagon può avere fino a un massimo due intestatari, e ovviamente in caso di conto cointestato sarà necessario includere i dati anagrafici di entrambi gli intestatari. Dopo aver compilato il modulo di richiesta, si definisce il conto d’appoggio (che sarà l’unico conto di provenienza valido per la ricezione degli importi da vincolare nonché l’unico conto di destinazione valido per il bonifico delle somme svincolate dal suo Conto Esagon), poi si sceglie la modalità di firma e di invio dei documenti, se elettronica tramite OTP oppure cartacea.

In seguito si inviano o si caricano i documenti, si firmano i contratti con firma elettronica o autografa e si inviano i contratti sottoscritti per accettazione, se si è scelta la firma tradizionale.
Scopri gli altri conti deposito »
Come ultimo passaggio è necessario effettuare un bonifico per l’attivazione del conto verso l’IBAN associato al proprio Conto Esagon, indicando come beneficiario il proprio nome e cognome e come causale “Attivazione Conto Esagon pratica nr. XXXXX”. Anche se l’importo del bonifico di attivazione è a discrezione del cliente, l’importo minimo vincolabile sul conto è di 10.000 euro. Nel caso di apertura di Conto Esagon cointestato occorrerà effettuare due bonifici di attivazione, uno per ogni intestatario, che dovranno provenire dai conti d’appoggio indicati nell’atto della sottoscrizione del contratto.

Commenti Facebook: