Due persone su tre mentono sui social network

Sui social network si è tutti un po’ bugiardi. La tendenza – ben nota a tutti gli utilizzatori delle comunità digitali – è stata ora formalizzata all’interno di un recente studio britannico che avrebbe cercato di calcolare in maniera puntuale quale sia la quota di bugiardi online: una proporzione che, nelle migliori delle ipotesi, tocca i due terzi degli utenti.

Su Facebook & co. fioccano le menzogne...
Su Facebook & co. fioccano le menzogne...

Naturalmente, all’interno di tale macro-popolazione di “pinocchi” c’è un po’ di tutto. La maggior parte dei bugiardi su Internet si limita a piccole menzogne sulla propria età o sulla propria professione. In altri casi si arriva tuttavia a menzogne ben più ampie e profonde, in grado di concretizzarsi nelle immaginarie relazioni amorose con qualche donna particolarmente apprezzata, o l’aver effettuato delle vacanze totalmente inventate, all’altro capo del mondo.

Confronta migliori offerte ADSL

La ragione scientifica di tale comportamento è facilmente intuibile. Lo studio a margine del sondaggio afferma infatti che gli utenti, online, hanno il desiderio di poter presentare una versionemigliore” di sé stessi, supportata magari da qualche piccola o grande bugia. Un comportamento che non è sempre proficuo di elementi pregiudizievoli ma che, in alcuni casi, può portare a gravi problemi, con la formazione di un sentimento di colpa e di disgusto verso noi stessi, che possono poi condurre a sensi di distacco e di paranoia.

Commenti Facebook: