Domiciliazione bancaria bollo auto: sconto del 10%

Cambiano le regole per il bollo auto 2018 grazie all’ultima Legge di Stabilità, con la possibilità di risparmiare qualcosa per chi accetta la domiciliazione bancaria. È infatti del 10% lo sconto assicurato per chi decide di pagare automaticamente con il conto corrente la tassa di circolazione, così come si fa con le bollette del gas e dell’energia elettrica.

Diverse Regioni già prevedono il pagamento tramite RID

Come risparmiare con il bollo auto

La Legge di Stabilità 2018 dispone alcune novità in materia di bollo auto, la più importante delle quali è lo sconto del 10% per chi ricorre alla domiciliazione bancaria.

La prima richiesta per la domiciliazione bancaria del bollo auto va effettuata entro il giorno 15 del mese precedente a quello in cui si deve pagare, quindi è meglio prepararsi per tempo per non rischiare di dimenticarsi. Attenzione perché non tutti i veicoli possono beneficiare di questa iniziativa: quelli che hanno più di 30 anni, ad esempio, quelli con più di 20 anni e iscritti nei registri storici e i rimorchi con massa inferiore a 3,5 tonnellate devono ricorrere ai metodi tradizionali.
Confronta le assicurazioni auto

Le modalità di richiesta della domiciliazione bancaria

Per inoltrare la richiesta di domiciliazione bancaria bisogna essere o la persona fisica proprietaria o locataria del veicolo o una delegata; nel caso di veicolo cointestato, la richiesta deve arrivare dal soggetto primo nominativo come riportato sulla carta di circolazione.

Ci sono diverse modalità per attivare la domiciliazione bancaria per il bollo auto, e così risparmiare qualcosa come già si fa scegliendo tra le varie proposte per l’assicurazione auto. La prima è l’invio online dall’Area Personale del Portale dei Tributi, regolata dall’accesso con strong authentication, SPID, OTP, smart card o gli altri mezzi previsti per dimostrare la propria identità. Da qui si può inviare per via telematica il mandato di autorizzazione all’addebito. Attenzione perché in caso di intestatario del conto corrente diverso dal proprietario o dal locatario del veicolo è necessario che ci sia l’autenticazione di entrambi i soggetti.

Per chi preferisce metodi tradizionali, si compila online il mandato di autorizzazione all’addebito, lo si stampa, lo si firma (anche in questo caso sia proprietario e locatario del veicolo sia eventuale altro intestatario del conto corrente) e lo si spedisce con posta ordinaria all’indirizzo indicato dagli organi ufficiali della Regione di riferimento. In alternativa, se vi trovate in una Regione già attrezzata alla gestione del pagamento tramite domiciliazione bancaria, potreste ricevere direttamente il mandato di autorizzazione all’addebito in allegato ai prossimi avvisi di rinnovo del bollo auto. In questo caso, si seguono le stesse indicazioni del passo precedente.

Dove è possibile risparmiare sul bollo auto

Non ancora tutte le Regioni italiane sono attrezzate per gestire il pagamento col Rid, visto che è necessario aggiornare i sistemi. La Lombardia ha dato il buon esempio, e sul sito dell’ente sono già disponibili tutte le indicazioni necessarie a questo link.

Commenti Facebook: