Digital divide: nuovo progetto europeo per i più piccoli

Secondo quanto affermato dalla Commissione Europea, oltre il 60% dei bambini europei di nove anni studierebbe in scuole che non si rivelano sufficientemente equipaggiate su fronte digitale.

Digital divide: nuovo piano della Commissione Europea
Digital divide: nuovo piano della Commissione Europea

A tal fine, e per poter colmare il gap digitale tra i più giovani, la Commissione Europea ha lanciato il progetto “Opening up Education“, un piano di azione che cerca di ridurre il deficit digitale nelle scuole e nelle università, permettendo l’erogazione di un’istruzione di migliore qualità entro il 2020.

Scopri le offerte internet wireless

Sempre secondo la Commissione, oltre il 50% degli studenti (in alcuni Paesi, l’80%) non avrebbero mai utilizzato libri di testo digitali, software per lo svolgimento di esercizi, podcast, giochi educativi o di simulazione. Inoltre, la maggior parte dei docenti delle scuole di livello primario e secondario non si definirebbe sufficientemente a proprio agio con gli strumenti digitali, e circa il 70% gradirebbe essere sottoposto a dei corsi per l’utilizzo del personal computer e di altri dispositivi ICT, o ancora all’utilizzo dei servizi di connessione ADSL o wireless.

Considerato che nel corso dei prossimi anni – concludeva poi l’UE – il numero degli studenti europei sarà destinato a crescere nelle aule universitarie, gli enti di formazione non potranno che approcciare all’istruzione attraverso nuovi metodi di insegnamento, sperimentando in maniera più convinta l’online learning.

Commenti Facebook: