Crescono i reati contro gli utenti dei social media

Il numero degli utenti dei principali social media è in continua ascesa e, con esso, anche il numero dei reati che vengono comminati ai danni di tutti coloro i quali popolano Facebook, Twitter e le altre principali community. Ma quali sono i reati che vengono compiuti più spesso nei confronti degli utenti dei social?

Crescono i reati su Facebook, Twitter e altri social network
Crescono i reati su Facebook, Twitter e altri social network

Pur considerando che la risposta meriterebbe approfondimenti di maggiore complessità, Symantec ha pubblicato un sintetico schema che cerca di delineare le principali tendenze in materia, indicando come la truffa più comune (con una quota di “mercato” che tra il 2012 e il 2013 è salita dal 56% all’81%) è rappresentata dalle “false offerte” che inducono un utente a partecipare a un evento o a un gruppo fasullo, invitandolo – per poter ottenere un cadeaux – a introdurre credenziali o altre informazioni personali.

Scopri offerte Internet mobile

Al secondo posto di questa particolare classifica troviamo i c.d. “likejacking”, falsi bottoni “Like” in stile Facebook, che inducono gli utenti ad accedere a siti web dannosi (7%). Al terzo posto della classifica delle truffe più comuni c’è l’installazione di falsi plug-in, che si presentano come potenziali estensioni del proprio browser ma che, in realtà, sono degli strumenti per carpire informazioni e codici di accesso (6%).

Per saperne di più sulle offerte Internet mobile, non vi rimane che consultare il nostro comparatore gratuito.

Commenti Facebook: