Cresce la propensione al risparmio degli italiani

Secondo quanto rilevato dall’Istat, nel corso dell’ultimo periodo di monitoraggio disponibile (il terzo trimestre del 2013), il reddito disponibile delle famiglie sarebbe cresciuto, con un incremento – al netto della stagionalità – pari allo 0,8 per cento rispetto al trimestre precedente, e allo 0,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012.

Presentata la nuova versione della banconota da 10 euro
Presentata la nuova versione della banconota da 10 euro

Ancora, afferma l’Istat, tenuto conto dell’effetto dell’inflazione, il potere di acquisto delle famiglie consumatrici nel terzo trimestre 2013 è cresciuto dello 0,2 per cento su base trimestrale, ed è diminuito dello 0,8 per cento rispetto allo stesso terzo trimestre dello scorso anno.

Confronta le offerte dei conti! »

Per quanto attiene la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, la percentuale è cresciuta di 0,5 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 1,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2012, toccando quota 9,8 per cento.

La spesa delle famiglie per consumi finali è lievemente cresciuta rispetto al trimestre precedente (+ 0,3 per cento), ma è calata dello 0,7 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012. Infine, il tasso di investimento delle famiglie è stato pari al 6,3 per cento, risultando invariato rispetto al trimestre precedente e in calo di 0,3 punti percentuali nei confronti del terzo trimestre 2012.

Commenti Facebook: