TEG e TEGM: cosa sono?

Il TEG è un indicatore che rappresenta il costo complessivo del finanziamento, determinato in base alle legge sull’usura. Il TEG di un prestito si confronta con il TEGM (Tasso Effettivo Globale Medio) con l’obiettivo di stabilire che non si superi la soglia di usura determinata del TEGM. Non va confuso con il TAEG che risponde a criteri differenti: alcuni costi sono inclusi nel TAEG e non nel TEG (come le imposte) e i costi assicurativi sono trattati in maniera differente.

quando c'è usura in un prestito
Il TEG è un indicatore che serve a sapere se in un'operazione c'è usura
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Il TEG è un indicatore del costo totale di un prestito, che si usa per stabilire il tasso massimo che non può essere superato secondo quanto previsto dalla legge contro l’usura.

La totalità dei TEG rilevati per una categoria di operazioni costituisce il TEGM (tasso effettivo globale medio). Quest’ultimo viene stabilito ogni 3 mesi rilevando i tassi praticati sul mercato, contraddistinti per tipo di operazione e per classi di importo.

In effetti, c’è il TEGM per i mutui a tasso variabile ed uno per i mutui a tasso fisso (solitamente molto basso), uno per i prestiti finalizzati sotto i 5.000 euro, e uno per quelli sopra questo importo.

I TEGM così rilevati, aumentati della metà (cioè TEGM x 1,5) costituiscono i cosiddetti “tassi soglia” oltre i quali le operazione sono considerate usuraie.

Il calcolo del TEG è simile a quello del TAEG ma non sono uguali: nel TAEG sono comprese le imposte e tasse, escluse dal TEG. Per questo motivo, un prestito potrebbe avere un TAEG superiore al suo TEG (ed al limite superiore alla soglia) ma essere comunque legale.

Il valore del TEG medio può essere conosciuto in qualsiasi momento seguendo questo link.

Infine, ricordiamo al lettore che è possibile mettere a confronto i migliori prestiti con l’aiuto del nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Confronta Prestiti Personali

Commenti Facebook: