Copertura fibra ottica: vince il Sud, ma le velocità non sono quelle attese

In Italia la copertura in fibra ottica più capillare si trova al Sud, dove in media si naviga anche a velocità maggiori. Calabria vanta la rete più stesa, e Sicilia le connessioni più veloci. Tuttavia, a livello nazionale le velocità non sono quelle attese, con una media di 54 Mbit/s, molto lontana dai 300 Mbit/s teoricamente raggiungibili in tanti comuni. Ecco la situazione attuale della copertura in fibra ottica italiana.

Copertura Fibra Ottica
Il Sud più coperto e più veloce grazie alla fibra

La fibra ottica continua a crescere nel nostro Paese, e tanti nuovi comuni si aggiungono ogni mese alla lista dei raggiunti da questa tecnologia. Il nuovo studio di SosTariffe.it scatta una fotografia aggiornata a Febbraio 2017 per quel che riguarda il livello di copertura regionale e le velocità effettivamente raggiunte dagli utenti italiani grazie alla fibra ottica.
Verifica copertura in fibra

La fibra ottica italiana oggi

L'ultimo osservatorio del portale di confronto ha preso in esame la copertura nazionale della fibra ottica in 7.669 comuni, un campione pressoché significativo per stimare la situazione attuale della fibra ottica nel Belpaese.

Sono state analizzate anche le velocità massime in download pubblicizzate dai gestori in ogni comune, con lo scopo di determinare per ogni regione il grado di diffusione e le velocità teoricamente disponibili nelle diverse località. Di seguito, utilizzando i dati pervenuti dallo Speed Test di SosTariffe.it, è stata stimata la velocità media effettiva di navigazione degli utenti che hanno attivato un’offerta in fibra, per poi rapportare questi dati a livello regionale per capire dove si trovano effettivamente le più elevate velocità.

Copertura in fibra: vince la Calabria, ultimo posto per il Trentino

Attualmente nel 16,28% dei comuni italiani oggetto dell’indagine è attiva almeno un'offerta in fibra ottica, totalizzando 1.249 località.

Grazie ai Bandi Eurosud, che hanno incentivato al 70% l’espansione della fibra ottica nel Meridione, in Italia i comuni del Sud sono più coperti rispetto a quelli Centrali o Settentrionali, come si evince dalla cartina elaborata da SosTariffe.it:

Copertura Fibra Ottica
Come si può notare dalla grafica, la regione che vanta il maggior numero di comuni dov'è possibile attivare una tariffa in fibra è la Calabria, con quasi il 57% dei comuni calabresi raggiunti. Segue la Campania (41%), la Toscana (36,6%), la Puglia (35,2%) e la Sicilia (33,4%).

Tra le regioni settentrionali quella che possiede un maggior numero di comuni coperti dalla fibra è il Veneto (24%); un po' più lontane l’Emilia Romagna (12%) e la Lombardia (meno del 9%). E' piuttosto bassa, invece, la percentuale di località nelle altre regioni del Nord dove i provider offrono tariffe in fibra, come si evince dalla grafica. Il livello più basso si è visto nel Trentino Alto Adige, dove solo in un 1,4% dei comuni attualmente si può attivare un'offerta in fibra.

Passando al Centro Italia, oltre alla Toscana già menzionata, si trova una percentuale di quasi il 14% dei comuni coperti nel Lazio, meno del 9% in Umbria e poco più del 6% nelle Marche. In Abruzzo solo il 2,6% dei comuni dispongono di offerte in fibra.

La rete in fibra comunque continua a crescere

Malgrado in alcune regioni la percentuale dei comuni oggi coperti sia bassa, la rete ultrabroadband italiana è in crescita.

I risultati emersi dallo studio di SosTariffe.it, infatti, sono in linea con le informazioni riportate nell’Osservatorio Ultra Broadband di EY, pubblicato a marzo 2016, momento in cui nel 14% dei comuni italiani si poteva attivare una tariffa in fibra. Stando ai dati EY, a Marzo dell'anno scorso la Campania deteneva il 40% di copertura, seguita dalla Calabria (35%) e la Toscana (30%).

Nel 2015 erano poco più di 750 comuni quelli raggiunti in fibra, mentre questa cifra è salita a oltre 1.100 a marzo 2016 (dati EY), e adesso a 1.290 comuni, secondo lo studio di SosTariffe.it.

D’altronde, l’osservatorio AGCOM di ottobre 2016 evidenziava che l’11,5% delle linee fisse italiane raggiungeva velocità superiori ai 30 Mbit/s (5,7% nel 2015, sempre dati AGCOM). A febbraio 2017 invece SosTariffe.it ha rilevato un 16,19% dei comuni analizzati con la possibilità di navigare a più di 30 Mbit/s.

A quanto si può navigare con la fibra?

L'osservatorio di SosTariffe.it ha inoltre analizzato, per ogni regione, le velocità massime teoricamente raggiungibili con le offerte dei provider. E' stato evidenziato che nel 96,6% dei comuni dove viene commercializzata almeno un'offerta in fibra, si raggiungono teoricamente 100 Mbit/s in download. Un 1,68% delle località coperti vanta una velocità teorica massima di 200 Mbit/s, mentre soltanto nello 0,96% dei comuni studiati i provider offrono la possibilità di sfrecciare a 300 Mbit/s in download.

Oggi in Italia però è possibile navigare anche a velocità di 1.000 Mbit/s grazie alla cosiddetta iperfibra di Vodafone, momentaneamente disponibile solo in quattro città (Bologna, Milano, Perugia e Torino), e perciò non presa in considerazione per questo studio.

A quanto davvero si naviga? A meno di quello pubblicizzato

Oltre a capire qual è la velocità massima teoricamente raggiungibile in ogni comune grazie alle diverse offerte in fibra, SosTariffe.it ha voluto sapere anche la velocità effettivamente raggiunta da chi ha all'attivo un'offerta in fibra, dato che è stato ottenuto grazie allo Speed Test disponibile sul portale, utilizzato da migliaia di utenti.

I risultati vengono riportati nella seguente tabella:

velocità effettiva fibra ottica
Da quest’analisi si evince che, anche questa volta, le velocità medie in download più alte si trovano nel Meridione, con la Sicilia al primo posto con una media di 54 Mbit/s in download. In Calabria si naviga in media a quasi 50 Mbit/s e in Puglia a 48 Mbit/s, sempre grazie alla fibra.

Tuttavia, poiché come abbiamo detto nel 96,6% dei comuni studiati si potrebbe teoricamente navigare fino a 100 Mbit/s in download, i risultati dello studio di SosTariffe.it evidenziano che le velocità medie davvero raggiunte sono molto più basse, e che solo in due regioni italiane si supera la media dei 50 Mbit/s.

In effetti, solo il 13% degli utenti che ha utilizzato lo Speed Test di SosTariffe.it ha superato i 90 Mbit/s, e nessuno – in tutto lo Stivale – ha mai raggiunto 100 Mbit/s durante il test, per non palare dei 200 o 300 Mbit/s, assenti a tutti gli effetti. La velocità più elevata registrata dal tool è stata di 94,19 Mbit/s a Putignano, in provincia di Bari.

Ricordiamo al lettore che è possibile visualizzare tutte le offerte in fibra, ordinate in funzione della velocità effettivamente raggiungibile nel proprio comune:
Confronta le offerte in fibra

Commenti Facebook: