Contratti luce e gas non richiesti: segnalazioni in Basilicata

L’Associazione Italiana Difesa Consumatore e Ambiente – Adiconsum – promossa dalla CISL in Basilicata ha reso noto la denuncia di numerosi cittadini che hanno segnalato i casi di attivazione non richiesta di nuovi contratti per la fornitura di luce e gas, oppure il passaggio dal Mercato di Maggior Tutela al mercato libero dell’energia a loro insaputa.

È un fenomeno diffuso – ha spiegato Marina Festa, segretaria Adiconsum Cisl di Matera – e di fatto l’Autorità Garante per l’Energia ha censito, fino al 30 giugno scorso, 3.500 casi di utenti dell’energia ai quali è stato cambiato il contratto a loro insaputa e di questi 31 accertati in Basilicata, pur se le vessazioni sono di sicuro più numerose rispetto a quelle censite attraverso lo Sportello del Consumatore dell’Autorità”.

Il più recente di questi casi è stato segnalato dall’Adiconsum di Matera, e riguarda un cittadino della città di Pomarico (MT) che è stato passato dal mercato di maggior tutela al mercato libero per la fornitura dell’elettricità e del gas a sua assoluta insaputa. Questa persona, quando si è accorto di questo passaggio non richiesto, ha sollecitato di ricevere una copia di quel supposto contratto, e così si è reso conto che la sua firma era stata falsificata, anche se erano riportati correttamente i suoi dati personali e perfino il suo codice fiscale.

L’Adiconsum ha fatto sapere ai suoi associati che saranno tutelati in ogni circostanza, ma insistono che su questi fatti è necessario fare prevenzione e punire quelle aziende e rivenditori del settore che si comportano in modo irregolare.

Commenti Facebook: