Contatore Trifase: come effettuare la lettura?

Uno degli strumenti relativi ai consumi a cui bisogna dare il merito di aver reso più protagonista e consapevole il consumatore delle sue utenze domestiche essenziali è senza dubbio il contatore elettronico, che è andato via via a sostituire quello tradizionale e che permette di leggere direttamente dal display i propri consumi, permettendo così l’autolettura e il costante monitoraggio.

Oltre al contatore elettronico monofase sempre più si sta diffondendo il contatore elettronico trifase che permette di avere un maggior dettaglio delle utenze e categorizza le fasi di consumo consentendo quindi di scegliere in maniera autonoma la miglior tariffa in base alle proprie abitudini energetiche. E’ indubbio che saper leggere i dati e valutarli permette di ottenere un risparmio esponenziale sulle bollette e quindi usufruire di tutte le vantaggiose offerte sul mercato.

Per scegliere la tariffa energetica più adatta ai proprio consumi è necessario avere un’idea precisa di quanta energia si consuma annualmente. Per farlo è possibile utilizzare il nostro comparatore dedicato alle tariffe energetiche che permette di:

  • calcolare i propri consumi annui indicativi partendo da alcuni dati base come il numero di persone che abitano in casa e gli elettrodomestici usati abitualmente,
  • individuare sulla base di tale calcolo la tariffa più conveniente e che permette di ridurre notevolmente la bolletta.

Trova consumo annuo e tariffa più conveniente

[caption id="attachment_18020" align="alignright" width="300" caption="Contatore elettronico"][/caption]

Il contatore elettronico trifase: caratteristiche generali

Come il suo antecedente anche il contatore elettronico trifase presenta uno schermo a cristalli liquidi che permette di visualizzare i dati di riferimento ogni qualvolta si preme il pulsante che si trova solitamente alla sua destra. Il simbolo sul display L1L2L3 assicura un regolare funzionamento dell’impianto di energia mentre in presenza di un triangolo con la punta rivolta verso il basso vi sono delle problematiche in corso che devono essere risolte contattando il centro assistenza.
Il contatore elettronico trifase consente anche di monitorare costantemente l’assorbimento di energia: due spie rosse sulla sinistra del display indicano che in quel preciso momento si sta consumando mentre nessuna spia accesa comunica che non si utilizza energia da 20 minuti.

Il contatore elettronico trifase: leggere i dati

E’ importantissimo saper leggere i dati che il nostro contatore ci comunica. Saperli non solo leggere ma anche interpretare ci consente di risparmiare sui consumi ma anche di notare subito eventuali malfunzionamenti e guasti e non incorrere nei disagi di super bollette dovute a conguagli.
I dati che ci vengono comunicati dal contatore sono: dati utente, fascia oraria in atto, potenza in atto, energia consumata nel periodo corrente e massima potenza raggiunta, i dati relativi al periodo di fatturazione precedente e data/ora odierna. Tutti questi dati vengono visualizzati sul display una volta premuto il pulsante a lato.

Dati anagrafici e di fatturazione

Codice cliente

E’ il numero identificativo del contratto stipulato per quella precisa utenza. Il codice è tecnicamente l’insieme di dati che va a comporre l’anagrafica della nostra utenza e il codice va a sostituire tutti gli altri dati nel momento in cui dobbiamo contattare l’azienda erogatrice per qualsiasi problematica e, ovviamente, per l’autolettura del contatore.

Data e ora

Sono i dati che permettono la suddivisione in periodi di fatturazione. Premendo il pulsante a lato possiamo vedere i vari momenti di fatturazione e la suddivisione in vari periodi.

Dati dei consumi correnti

Per quanto riguarda i consumi correnti i dati si suddividono in base a diversi codici che li vanno ad identificare. F1, F2 o F3 sono le fasce orarie in atto che variano in base al giorno e ora in cui si effettua la lettura dei consumi (essendo trifase il contatore suddivide la giornata in tre diverse tipologie). kW Pot.Instant è l’indicatore che comunica il valore massimo di assorbimento energetico in kw. Leggendo questo dato possiamo vedere se effettivamente l’energia che arriva al nostro impianto è quella che abbiamo concordato in fase di stipula del contratto.
A1, A2, A3 indicano l’energia attiva (kWh) consumata nel periodo di fatturazione corrente mentre R1,R2,R3 l’energia reattiva (kVARh). Entrambi questi parametri fanno riferimento alle fasce orarie di suddivisione energetica F1,F2,F3. P1 Pot. max, P2 Pot. max e P3 Pot max sono invece I parametri che permettono di sapere a che picchi energetici si è arrivati nel periodo corrente.

confronta tariffe energia elettricaDati dei consumi precedenti

Il contatore elettronico trifase consente anche di leggere i consumi relativi al periodo di fatturazione precedente che vengono categorizzati con le medesime sigle di quelli correnti.
Una volta raccolti tutti i dati necessari possiamo procedere alla comunicazione dell’autolettura al nostro fornitore ponendo particolare attenzione a tutti i parametri. La procedura di autolettura essenzialmente rimane invariata rispetto a quella con il contatore elettronico monofase.

A cosa può servire conoscere i dati ed interpretarli?

Senza dubbio sapere cosa ci sta dicendo il nostro contatore è fondamentale per comprendere i nostri consumi e le nostre abitudini energetiche. Avere uno storico consente di notare subito eventuali guasti o malfunzionamenti quindi ci preserva da eventuali super bollette o addebiti non realisti. Ma soprattutto non dobbiamo sottovalutare il fatto che saper leggere i dati relativi al consumo energetico ci consente di poter usufruire delle vantaggiose offerte che il libero mercato dell’energia ci mette a disposizione.

Sapere i nostri picchi di consumo o le nostre soglie massime raggiunte consente anche di scegliere fra le tariffe a pacchetto (che permettono di comperare un determinato quantitativo di energia ad un prezzo bloccato. Per avere un quadro generale delle varie tariffe a nostra disposizione possiamo consultare il comparatore gratuito di SOS Tariffe che ci permette di confrontare le varie offerte secondo i parametri da noi definiti.

Commenti Facebook: