Consumi energia e gas, ecco l’andamento degli ultimi anni

Secondo i dati Terna elaborati dall’AEEGSI, l’andamento dei consumi elettrici in Italia ha registrato un’evoluzione crescente dal 1997 al 2008, dopodiché si è verificato un arresto importante, con il picco più basso nel 2013, per poi risalire a fine nel 2014. A maggio 2015 i energetici consumi hanno ripreso la tendenza negativa. Per il gas naturale, i primi cinque mesi del 2015 hanno registrato un aumento quasi del 9% e le prospettive sono positive.

andamento consumi energia elettrica e gas
La tendenza torna a essere positiva per i consumi elettrici e soprattutto per il gas

Andamento dei consumi elettrici in Italia

Dopo il periodo di crescita constante dei consumi di energia elettrica, registrato tra il 1997 e il 2008 – anno in cui hanno toccato un picco di 319.037 TWh – il 2009 è stato l’annus horribilis, riferisce l’AEEGSI secondo dati Terna, con un consumo poco sotto 300.000 TWh; un nuovo aumento si è verificato nel biennio 2010 – 2011, dopodiché è partita una tendenza negativa, che ha toccato fondo nel 2013 con livelli addirittura sotto quelli del 2009 (297.288 TWh, escluse le perdite di rete).

A settembre 2014, per la prima volta dopo due anni, si registrò un risultato positivo, con un incremento della domanda di energia elettrica dello 0,4% rispetto al settembre 2013, per un totale di 26,2 miliardi di kWh
richiesti.

Nel corso di maggio 2015 però, secondo dati Terna la domanda elettrica italiana ha ripreso la tendenza negativa, con un nuovo calo dell’1,3% – che diventa dello 0,1% rispetto a maggio 2014 se considerano fattori quali la temperatura e il numero di giorni lavorativi.

La domanda ha raggiunto il totale di 24,9 miliardi di kWh, richiesti soprattutto al nord (il 46%), al centro (il 30%) e un po’ meno al sud (circa il 24%). Il trend positivo della domanda elettrica che aveva visto una crescita sostenuta a febbraio, marzo e aprile 2015 rispetto ai livelli del 2014 (+0,7, +1,1% e +0,3%) si è fermato a maggio 2015, sebbene gli stessi dati depurati risultino essere meno positivi (-0,7% a febbraio, nulla a marzo, -1,4% ad aprile e –0,1% a maggio, sempre secondo Terna).
Confronta Tariffe Energia Elettrica »

Andamento dei consumi di gas naturale

In materia di gas naturale, secondo dati del Ministero dello sviluppo economico, vi è un andamento crescente tra il 2003 e il 2005, con 86.265 milioni di mc, dopodiché la domanda si arresta, con una ripresa temporale nel 2010 seguita da una nuova forte flessione dal 2011 in poi; si è registrato, anche questa volta, un picco negativo nel 2013, momento in cui i consumi sono stati molto inferiori  rispetto al 2003 (70.069 milioni di mc contro 77.680).

La ripresa torna nel 2015, con gennaio e febbraio che segnano un incremento della domanda pari al 9% rispetto al 2014, anno in cui vi era stato un forte calo (ricordiamo le temperature più miti e piovosità superiori alla media che ha portato a una maggiore produzione idroelettrica a discapito di quella termoelettrica).

Le temperature registrate nei primi mesi  di quest’anno sono risultate essere inferiori alla media stagionale, e secondo le elaborazioni REF – E su dati Snam solo a febbraio la domanda di gas naturale è cresciuta del 14%.

Fino ad aprile i consumi di gas hanno continuato ad aumentare, mentre a maggio l’arresto registrato sarebbe stato pari allo 0,4% rispetto al 2014 e all’1,4% rispetto al 2013. La flessione maggiore si è verificata nel settore civile (7%), seguito da quello industriale.

Complessivamente, in ogni caso, la domanda di gas naturale dei primi cinque mesi del 2015 hanno registrato un aumento quasi del 9% rispetto al 2014, un inizio d’anno positivo quindi e che si progetta bene per i consumi dei restanti mesi del 2015.

Confronta Tariffe Gas »

Commenti Facebook: