Con Postemobile, il caffè si paga con il cellulare

Da oggi il caffè si paga dal cellulare: non è una delle solite idee di fantascienza ma è possibile realmente grazie a Postemobile, l’operatore virtuale del gruppo Poste Italiane.

L’AD Massimo Sarmi, in occasione della giornata inaugurale del ForumPA, ha presentato la nuova funzione di mobile commerce che permette di effettuare micro pagamenti nei luoghi abilitati per gli acquisti con cellulare.

Massimo_Sarmi__postemobile

Sarmi ha effettuato di persona la prima dimostrazione pagando con il cellulare il caffè agli ospiti presenti nell’area di esposizione del Gruppo Poste Italiane.

Grazie alla Sim Poste Mobile è possibile acquistare con il cellulare anche i biglietti dei mezzi pubblici Atac a Roma (bus e metro) e il biglietto del parcheggio nelle zone in cui è attivo il servizio Telepark. L’operatore telefonico del Gruppo Poste Italiane ha infatti siglato un accordo con Telepark per pagare il parcheggio in 35 citta’ italiane. E’ anche possibile acquistare o ricaricare la propria tessera prepagata Parkcard dal cellulare, associando la propria Sim PosteMobile al conto BancoPosta o alla propria Postepay. L’operazione di acquisto tramite SIM PosteMobile ha un costo relativo all’accesso in mobilità al Servizio Telepark di 12 centesimi, che saranno addebitati direttamente sul tuo credito telefonico.

pagamenti-con-cellulare-caffe

Inoltre l’ultima direttiva ha innalzato il limite dei pagamenti mobili, portandolo da 15 euro fino a 150 euro, ed è possibile erogare tale servizio anche per enti diversi dagli istituti bancari.

La tecnologia alla base dei pagamenti di Poste Mobile e Noverca è studiata nei laboratori dell’RfidLab dell’Università La Sapienza di Roma che ha permesso di gestire il conto corrente via cellulare e di pagare biglietti di mezzi pubblici con il telefonino.

Entro il 2010 arriveranno i servizi per acquistare i prodotti nei negozi.

oggi il caffè si paga dal cellulare: non è una delle solite idee di fantascienza ma è possibile realmente grazie a Postemobile, l’operatore virtuale del gruppo Poste Italiane.

L’AD Massimo Sarmi, in occasione della giornata inaugurale del ForumPA, ha presentato la nuova funzione di mobile commerce che permette di effettuare micro pagamenti nei luoghi abilitati per gli acquisti con cellulare.

Massimo_Sarmi__postemobile

Sarmi ha effettuato di persona la prima dimostrazione pagando con il cellulare il caffè agli ospiti presenti nell’area di esposizione del Gruppo Poste Italiane.

Grazie alla Sim Poste Mobile è possibile acquistare con il cellulare anche i biglietti dei mezzi pubblici Atac a Roma (bus e metro) e il biglietto del parcheggio nelle zone in cui è attivo il servizio Telepark. L’operatore telefonico del Gruppo Poste Italiane ha infatti siglato un accordo con Telepark per pagare il parcheggio in 35 citta’ italiane. E’ anche possibile acquistare o ricaricare la propria tessera prepagata Parkcard dal cellulare, associando la propria Sim PosteMobile al conto BancoPosta o alla propria Postepay. L’operazione di acquisto tramite SIM PosteMobile ha un costo relativo all’accesso in mobilità al Servizio Telepark di 12 centesimi, che saranno addebitati direttamente sul tuo credito telefonico.

pagamenti-con-cellulare-caffe

Inoltre l’ultima direttiva ha innalzato il limite dei pagamenti mobili, portandolo da 15 euro fino a 150 euro, ed è possibile erogare tale servizio anche per enti diversi dagli istituti bancari.

La tecnologia alla base dei pagamenti di Poste Mobile e Noverca è studiata nei laboratori dell’RfidLab dell’Università La Sapienza di Roma che ha permesso di gestire il conto corrente via cellulare e di pagare biglietti di mezzi pubblici con il telefonino.

Entro il 2010 arriveranno i servizi per acquistare i prodotti nei negozi.

Commenti Facebook: