Come le app ci stanno cambiando la vita

Fino a qualche anno fa, quasi tutte le app sui nostri smartphone erano “confinate” sullo schermo: ora non più, secondo il rapporto di App Annie – società che si occupa di monitoring e analisi del mondo mobile – intitolato «Mobile Apps: Blurring Lines Between Virtual & Physical Worlds». E proprio i confini sempre più labili tra il mondo virtuale e quello fisico sono la dimostrazione evidente di un vero cambio di paradigma.

Apps
Come cambia il nostro mondo per i trasporti, l'apprendimento e i pagamenti

Smartphone e vita quotidiana

Basterebbe l’ideazione di un device come l’Apple Watch a dimostrare come il rapporto con i nostri dispositivi mobili sia diventato molto più stretto. Insomma, non ci limitiamo più a dare un’occhiata al telefono quando abbiamo bisogno di qualche informazione per poi riporlo in tasca, ma sempre più azioni del quotidiano sono influenzate dal nostro iPhone o Galaxy.
Confronta le offerte Internet mobile
L’esempio dei wearable è forse il più chiaro di tutti: i dati relativi alla nostra salute vengono registrati da smart band, smart watch e smartphone e ci guidano nel nostro allenamento quotidiano, ci notificano quanti passi dobbiamo fare per raggiungere il nostro traguardo e ci ricordano quando è ora di fare un po’ di moto. Ma le situazioni analoghe sono molte, con le offerte ricaricabili e abbonamenti sempre più convenienti per ricorrere a Internet senza preoccupazioni di costo.

I tre “trend” di App Annie

In particolare, il rapporto di App Annie si concentra su tre campi dove il mondo virtuale delle app diventa protagonista di quello reale: i trasporti on-demand, di cui l’esempio più noto è Uber, le piattaforme di e-learning che ricorrono sempre più alla gamification (fenomeno del resto condiviso anche dalle applicazioni per il fitness) come Duolingo e i pagamenti NFC.

Come può evolversi la situazione in futuro

Secondo le analisi dello studio, i download delle cinque app dedicate al trasporto on demand più scaricate sono in continuo aumento, e come suggerisce App Annie la nuova frontiera è quella dell'”ultimo miglio” logistico, con servizi anche per il trasloco, corrieri e consegne direttamente dai negozi, prenotati nel giro di secondi dalle app.

Per quanto riguarda le applicazioni education, i comportamenti degli studenti stanno cambiando in modi altrettanto radicali fino alla vita di classe, e lo dimostrano app come ClassDojo che permettono di gestire le performance degli alunni e aggiornare i genitori senza rubare tempo per l’insegnamento. Allo stesso modo le piattaforme di e-learning dedicate all’apprendimento delle lingue rendono sempre più piacevole e immediato prendere dimestichezza con un idioma straniero, anche per chi normalmente non avrebbe lo stimolo per dedicarsi a questo tipo di studi.

Infine i pagamenti mobili stanno riducendo drasticamente i tempi in contesti come i ristoranti quick-service, permettendo di servire molti più clienti; in più anche il mobile-ordering sta cominciando a diffondersi a macchia d’olio (un colosso come Starbucks dovrebbe introdurlo l’anno prossimo).

Commenti Facebook: