Come far ripartire la moto o lo scooter con i powerbank

Se la moto o lo scooter sono in panne, perché non dotarsi di un powerbank? Il powerbank è l’evoluzione del booster auto, una ricarica veloce e tascabile per i motocicli. La tecnologia fa miracoli, e questi piccoli dispositivi, dotati di cavo USB, hanno una elevata capacità nominale della batteria in grado di ricaricare in un attimo il vostro veicolo. In più, il prezzo è davvero abbordabile.

Ricarica veloce e tascabile per motocicli. L'evoluzione dei booster auto

Quando la moto o lo scooter ci abbandonano, siamo costretti spesso a chiamare rinforzi, oppure a scortare il mezzo presso l’elettrauto più vicino. La tecnologia ha già da tempo fatto un regalo agli automobilisti, creando i booster auto, meccanismi in grado di far ” rivivere “ la vettura (e la batteria) grazie ad una sferzata di energia al motorino di avviamento. Adesso però, ad aiutare i motociclisti ci sono i powerbank moto, una ricarica veloce e tascabile.

I booster auto, pesando circa 10 kg, erano impossibili da trasportare in moto o scooter, per questo sono nati i powerbank per moto, ovvero booster tascabili in grado di aiutarvi in situazioni di panne. In realtà, quando la moto o lo scooter non vogliono saperne di ripartire, il soccorso più concreto lo offrono le assicurazioni. Con l’acquisto di alcune polizze online ad esempio, il soccorso stradale è compreso nell’Rc moto gratuitamente.
Confronta preventivi RC moto

Come funzionano i powerbank moto?

Utilizzare i powerbank moto è semplicissimo. Innanzitutto questa ricarica veloce e tascabile può essere comodamente portata nello zainetto, cosicché, in caso di emergenza, sia sempre a portata di mano. In realtà i powerbank per moto e scooter nascono come ricariche per smartphone, tablet e laptop, sono infatti dotati di cavo USB. L’uscita a 12 V è l’elevata capacità nominale della batteria però, sono perfettamente in grado di far ripartire un motociclo.

Commenti Facebook: