Cellulare in vacanza: come evitare il salasso

Ovviamente, di partire in vacanza e lasciare il telefono cellulare a casa non se ne parla proprio. E’ possibile continuare a utilizzare normalmente il cellulare in vacanza, ma se non si fa attenzione alle spese extra per telefonate e connessioni può arrivare il salasso. Ecco come risparmiare sull’uso dello smartphone in vacanza, senza sprechi di denaro.

Quest'estate puoi usare lo smartphone risparmiando

Se quest’estate vuoi risparmiare utilizzando il cellulare in vacanza, devi fare attenzione ad alcuni dettagli prima di partire, soprattutto se vai all’estero ma anche se rimani in Italia. Ci sono delle apposite promozioni che ti possono aiutare a tagliare le spese, ma anche piccoli accorgimenti che ti salveranno di un salasso.

Cellulare in vacanza: quanto costa navigare in Italia e all’estero?

Partiamo da una realtà: oggigiorno parlare di “uso dello smartphone” fa riferimento, soprattutto, alla connessione Internet mobile. Ovviamente c’è ancora chi fa telefonate e chi invia SMS, ma con un buon piano Internet si può anche chiamare o inviare messaggi tramite WhatsApp e servizi simili: chi dispone di connessione Internet, può fare tutto.

Per prima cosa quindi è importante verificare la copertura del proprio provider sulla destinazione scelta per l’estate, una procedura facilmente eseguibile attraverso il sito web ufficiale della compagnia.

Se avremmo copertura, allora bisogna risparmiare sui costi: chi approfitterà delle attuali offerte potrà risparmiare cifre notevoli, come si evince dall’ultimo osservatorio di SosTariffe.it in materia di Internet mobile in vacanze in Italia e all’estero.

Le diverse proposte vanno identificate con cura e attenzione, per scegliere la tariffa più adatta alle proprie esigenze, magari con l’aiuto del comparatore di SosTariffe.it reperibile qui sotto:

Confronta Tariffe Internet Mobile

Vi menzioniamo una delle più recenti, ovvero quella di Vodafone  partita proprio oggi e attivabile esclusivamente online. Si chiama Giga Start e prevede 10 GB al mese per navigare in mobilità con la velocità del 4G e un modem Wi-Fi gratuito.

Costa 20 euro al mese per la connessione Internet, mentre non paghi nulla per il modem Wi-Fi, oltre a un contributo iniziale di 10 euro. Con questo tipo di device, ricordiamo, puoi collegare fino a 10 dispositivi: così potete navigare in 4G con i tuoi amici e dividere la spesa dei 20 euro al mese.

Scopri la promo speciale Vodafone

Applicazioni e mappe: prepararsi in anticipo

Tutto quello che ritenete che vi servirà (mappe, guide turistiche, elenco di ristoranti, recensioni, etc) dovete scaricarlo prima, scegliendo soprattutto le applicazioni che si possono consultare offline. Se non sapete che app dovreste avere e non volete pentirvi dopo di non averla scaricato, leggete il nostro articolo sulle 10 app da scaricare prima di partire in viaggio.

Se visitate un sito web che ha una versione mobile, scegliete quella per navigare, perché comporta tempi di connessione minori. E’ fondamentale che lo smartphone non si connetta a Internet da solo per scaricare applicazioni, messaggi o aggiornamenti, altrimenti potete spendere inutilmente o consumare il traffico Internet a disposizione. E’ possibile scegliere il collegamento tramite Wi-Fi per gli aggiornamenti automatici.

Tethering, hotspot mobile e altri modi per collegarsi 

Navigare con lo smartphone può essere sufficiente per comunicare via WhatsApp, controllare la posta elettronica o Facebook ogni tanto, ma per caricare foto, fare ricerche, vedere film o aggiornare il proprio blog non c’è niente di meglio che lo schermo del PC o almeno quello del tablet.

Esistono molte tariffe interessanti per navigare in vacanza via chiavetta o tablet, ma poi ci sono altre soluzioni come le chiavette Internet, i hotspot mobile, il collegamento via tethering…se vi interessa quest’argomento continuate la lettura nel nostro articolo Internet in vacanza: tariffe e consigli per navigare quest’estate.

Vacanze all’estero: come gestire il roaming

Se si va all’estero, è importante ricordare che il roaming ha costi variabili. In linea generale si paga per le chiamate in entrata, ma non per la ricezione degli SMS, quindi ai vostri genitori e chi vorrà sapere di voi mentre siamo fuori è meglio ricordare di non chiamarvi, ma di inviarvi messaggi.

L’Eurotariffa, ovvero il piano di tariffazione del roaming internazionale deciso dall’UE, è valido però per gli Stati membri e non per tutta l’Europa. Ad esempio, se andate in Svizzera, controllate i costi.

Ci sono diverse tariffe di roaming fuori l’Unione Europea, che variano sulla base di accordi tra le compagnia. Per questo motivo, spesso la divisione delle “zone” del mondo non coincide tra provider oppure con quelle geografiche. Consultate specificamente il Paese dove vi state recando sul sito ufficiale del vostro operatore.

Se rimarrete a lungo all’estero, è meglio attivare una SIM locale che andare avanti con la vostra scheda italiana.

Se le vostre vacanze sono in crociera o prevedono un tratto in traghetto, con molte compagnie è possibile collegarsi attraverso il roaming marittimo, ma ricordiamo che le tariffe sono molto salate quindi utilizzate il servizio solo se necessario. Alcune navi come quelle del MSC, Costa Crociere ed altre hanno un accordo con TIM.

Tenete conto, inoltre, che grazie ad una serie di applicazioni che sfruttano la connessione Internet è possibile effettuare chiamate a costo zero direttamente dallo smartphone, tablet e/o PC. Per maggiori informazioni leggete il nostro articolo su Come chiamare gratis all’estero da smartphone?

Infine, sempre che sia possibile preferite il collegamento Wi-Fi (purché sia sicuro, attenzione alle reti gratuite) e ricordatevi di impostare il proprio telefono per impedire alle app di connettersi o aggiornarsi in automatico.

Con il comparatore di SosTariffe.it è possibile identificare rapidamente le migliori tariffe cellulari per chiamare e navigare, in Italia e all’estero. Non lasciatevi sfuggire le promozioni estive per l’uso del cellulare in vacanza!

Confronto Tariffe Cellulari

Commenti Facebook: