Canone Rai 2014, è falsa la notizia sulla sua abolizione

Negli ultimi giorni sul web si è diffusa la notizia – evidentemente piacevole per ben più di qualcuno – secondo cui la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo avrebbe dichiarato l’illegittimità del Canone Rai, disponendo la sua conseguente abolizione.

Il Canone Rai è legittimo e va pagato
Il Canone Rai è legittimo e va pagato

Nella “bufala” diffusa online, si faceva riferimento alla presunta iniquità della tassa, con la riscossione del canone radiotelevisivo che veniva elevato a balzello – ostacolo per l’acquisizione di una piena e completa informazione, e riconoscendo il diritto stesso all’informazione quale diritto fondamentale dell’Uomo.

La vicenda ha acquisito talmente tanta risonanza nazionale che nelle ultime ore l’Agenzia delle Entrate è dovuta esplicitamente intervenire sul tema con un comunicato stampa nel quale ricorda non solamente che la notizia è falsa e destituita di ogni fondamento, ma altresì che la Corte Europea si è pronunciata con decisione 33/04 del 31 marzo 2009 sul Canone Rai, affermandone la piena legittimità.

Scopri i migliori conti»

In virtù di quanto sopra, tutti i possessori di un apparecchio atto o adattabile alla ricezione di programmi radiotelevisivi sono tenuti al pagamento del canone entro il 31 gennaio 2014. Nell’ipotesi di inottemperanza, pertanto, saranno applicate le sanzioni previste dall’attuale legge.

Commenti Facebook: