Boom di richieste di mutuo negli Stati Uniti

Nell’ultima settimana di rilevazione (dal 3 al 7 gennaio), i mutui nel mercato statunitense hanno registrato un ulteriore aumento, confermando il trend positivo della settimana precedente e segnando un’inversione di rotta dopo le difficoltà e le incertezze che hanno caratterizzato l’anno appena concluso.

Continuano ad aumentare le domande di mutui in USA
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

In base al rapporto settimanale della Mortgage Bankers Association, le domande di mutui ipotecari negli Stati Uniti nella settimana compresa tra il 3 e il 7 gennaio, hanno registrato un notevole aumento, pari al 49,1%, passando 329,9 a 492 punti. La settimana precedente era stato dell’11,1%, attestandosi a 329,9 punti partendo da quota 296,9 punti.
Scopri le migliori offerte di mutuo!
I rifinanziamenti hanno fatto il botto con un balzo in avanti del 66,4%, contro un già buono incremento registrato la settimana precedente, pari al 16%.

E’ il secondo risultato utile consecutivo per il mercato dei mutui d’oltreoceano, dopo una chiusura d’anno deludente. In particolare, durante il periodo festivo di fine dicembre dell’anno appena trascorso, l’erogazione di nuovi mutui era sceso del 5% rispetto alle settimane precedenti, mentre i rifinanziamenti avevano registrato una flessione del 12%.

Gli “States” contano molto sul mercato immobiliare, a cui è strettamente connesso quello dei mutui ipotecari, per sostenere la ripresa economica che, considerata la crescita inaspettata del PIL, potrebbe già essere iniziata (almeno negli Stati Uniti). Saranno decisive per la ripresa le reazioni dei mercati alle incertezze del settore energetico, soprattutto a livello internazionale.

Commenti Facebook: