Banda larga fissa: 1 miliardo di sottoscrizioni nel 2019

Secondo Infonetics Research, società specializzata in ricerche di mercato in ambito tecnologico, sussidiaria del gruppo IHS, nel 2019 le sottoscrizioni di servizi a banda larga fissa raggiungeranno quota 1 miliardo, grazie soprattutto alle attivazioni che si registreranno in Cina, ma anche in Russia, Brasile, Messico, Argentina, Indonesia, Tailandia e Vietnam. 

Banda larga fissa: 1 miliardo di sottoscrizioni nel 2019
Le previsioni di Infonetics Research

Nel 2019 si conteranno 1 miliardo di sottoscrizioni di servizi a banda larga fissa nel mondo, stando alle previsioni formulate da Infonetics Research nel rapporto FTTH, DSL and Cable Subscribers, uno studio nel quale la società di ricerca fotografa il mercato dei servizi di connettività a Internet forniti tramite rame (ADSL), Fibra Ottica e cavo coassiale.

Confronta tariffe Fibra Ottica

FTTH, si ricorda, è acronimo di Fiber-to-the-Home, una delle architetture di rete impiegate per il dispiegamento della Fibra Ottica. Non una fra le altre (FTTB ed FTTC), ma quella di riferimento per gli anni a venire e non a caso da più parti definita a prova di futuro.

La Fibra Ottica assicura capacità di trasmissione superiori a quelle garantite dal rame e anche dalle frequenze dello spettro radio utilizzate per le comunicazioni wireless (senza fili). Nella FTTH, non c’è traccia di rame, perché la Fibra Ottica viene posata dalla centrale locale sino all’ultima sezione della rete di accesso, vale dire sino all’interno di abitazioni e uffici.

Nella FTTC (Fiber-to-the-Cabinet), invece, la Fibra Ottica sostituisce il rame soltanto nella rete primaria, quella compresa tra la centrale locale e il cabinet (armadio stradale), e nella FTTB (Fiber-to-the-Building), la Fibra Ottica copre la porzione di rete compresa tra il cabinet e il building (palazzo o gruppo di abitazioni singole), ma non l’ultima sezione.

Stando a un precedente studio di Infonetics Research, intitolato VDSL, G.Fast and Next-Gen FTTH Strategies and Vendor Leadership, il 66% degli utenti abbonati a servizi di accesso a banda larga fruisce di soluzioni basate sul rame, mentre il 35% è già passato alla Fibra Ottica.

Nei mesi a venire – prevede la società di ricerca – si assisterà a una diminuzione della percentuale degli utenti abbonati a servizi di accesso a Internet in rame e all’aumento di quella degli utenti abbonati a servizi di connettività basati sulla Fibra Ottica.

Sarà proprio il ricorso sempre più diffuso alla Fibra Ottica da parte dei consumatori e degli operatori di telecomunicazioni a spingere di nuovo verso l’alto il mercato EAD (Ethernet Access Device), vale a dire il mercato dei dispositivi che permettono di fornire connettività Ethernet su reti cablate in rame e in Fibra Ottica, aggiunge Infonetics Research.

Un mercato che nel 2014 ha registrato una contrazione di 3,5 punti percentuali rispetto al 2013, eccezion fatta per le vendite messe a segno dai produttori di settore con le richieste di soluzioni EAD per la Fibra Ottica, in crescita di 0,8 punti percentuali su base annua.

Commenti Facebook: