Banche in rischio di scomparire: crescono i prestiti tra privati

Può essere che un giorno i clienti non dovranno più rivolgersi a una banca per richiedere un prestito. Difatti, i prestiti tra privati sono ogni giorno più frequenti. Si tratta del fenomeno conosciuto internazionalmente con il nome di “peer to peer lending”, ed è in continua crescita.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Cos’è il prestito tra privati?

Questa operazione consiste in uno scambio di denaro tra cittadini privati, senza intermediazione bancaria alcuna. Il cittadino che offre la propria liquidità -il prestatore- e quello che è alla ricerca di un credito, si mettono in contatto tramite aziende specializzate che si trovano su internet.

Secondo il celebre giornale Financial Times, si tratta di un fenomeno che vanta un grande successo per due motivi: la disintermediazione bancaria e l’aiuto della tecnologia e d’internet.

La prima società di Peer to Peer (P2P) è nata nel 2005 in Inghilterra. Questa metodologia si è poi diffusa agli Usa, dove oggi si trovano due delle maggiori società di questo tipo: Prosper e Lending Club. Come per tutte le operazioni finanziarie, anche il P2P comporta rischi e garanzie.

In particolare, ogni utente che richiede un prestito online viene classificato con una o più lettere (AAA AB, B, C, etc…) a seconda del suo grado di affidabilità. A quelli meno affidabili, i prestiti vengono concessi a fronte di tassi di interesse più elevati per compensare un’eventuale perdita in caso di inadempienza.

Se c’è un ritardo nel versamento delle rate, la società si avvale di un servizio di recupero crediti.

Per quanto riguarda il nostro Paese, i primi portale italiani a proporre questo servizio su internet sono stati Zopa (“Zone of Possible Agreement”, cioè Zona di Possibile Accordo) e Boober.

In questa maniera oggi non mancano le possibilità per sollecitare un prestito tra privati in Italia.

Tuttavia, se preferite le classiche metodologie di finanziamento, vi consigliamo di confrontare le migliori offerte presenti sul mercato. A breve, anche sul nostro portale potrete mettere a confronto le proposte di prestiti online più convenienti.

Commenti Facebook: