Assicurazione auto legge Bersani

Stipulare una polizza di assicurazione auto con la legge Bersani offre degli importanti vantaggi dal punto di vista economico. Questa legge permette di sfruttare una migliore classe di merito appartenente ad un familiare convivente, il che si traduce in un cospicuo risparmio sul premio assicurativo che le compagnie proporranno. Ci sono però dei requisiti e delle limitazioni. Ecco quello che c’è da sapere.

Con la legge Bersani si può risparmiare molto sull'assicurazione RC auto
Con la legge Bersani si può risparmiare molto sull'assicurazione RC Auto

Sono passati quasi 10 anni dall’introduzione di un’importante novità per i consumatori nel campo delle assicurazioni RC Auto e RC Moto. Tra le novità previste dall’articolo 5 della legge n. 40 del 2007, infatti, intitolato “Misure per la concorrenza e per la tutela del consumatore nei servizi assicurativi”, ce n’è una di particolare rilevanza, ed è rappresentata dalla possibilità per una persona che voglia stipulare un contratto di assicurazione auto, di usufruire della stessa classe di merito di un proprio familiare convivente.

Stiamo parlando della legge Bersani. L’articolo 5 di questa legge modifica l’articolo 134 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 (meglio noto come codice delle assicurazioni private), inserendo un divieto per le imprese di assicurazione di applicare una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ultimo attestato di rischio se nei casi di stipula di nuovo contratto per un ulteriore veicolo della stessa tipologia, da intestare allo stesso titolare o ad un suo familiare convivente.
Ottieni subito un preventivo RC auto

In altre parole, se si stipula un nuovo contratto di assicurazione auto, grazie alla legge Bersani è possibile usufruire della migliore classe di merito risultante da un contratto di assicurazione già attivo su un’auto intestato ad un familiare convivente.

Ad esempio se papà ha classe di merito 1 ed il figlio neopatentato ha una classe di merito (C.U.) 14, quest’ultimo può “ereditare” la C.U. del padre nel caso in cui dovesse stipulare un nuovo contratto di assicurazione auto. La legge Bersani, però, per essere utilizzabile richiede che vengano soddisfate alcune condizioni.

Assicurazione auto legge Bersani: le condizioni per usufruirne

Appartenenza allo stesso nucleo familiare

riasparmia con le assicurazioni onlinePer “ereditare” la classe di merito vantaggiosa occorre che tanto la persona da cui si “eredita” la classe, quanto la persona beneficiaria, appartengano allo stesso nucleo familiare. Non è necessario e non è nemmeno sufficiente che ci sia un vincolo di parentela, ma occorre che dallo stato di famiglia risulti lo stato di convivenza.

Di conseguenza anche una persona convivente more uxorio può beneficiare della classe di merito del proprio congiunto, mentre un familiare, anche di primo grado, uscito dal nucleo familiare perde la possibilità di stipulare una polizza di assicurazione auto con la legge Bersani.

Se una persona dovesse uscire dallo stato di famiglia non si avranno conseguenze sulle classi di merito già acquisite. Inoltre, un eventuale declassamento di una polizza non avrà effetto sull’altra. E questo vale sia per la classe di merito “madre” che per quella “ereditata”.
Compara le migliori offerte di assicurazione RC Auto online

Veicolo di nuova acquisizione

Il secondo presupposto è che il veicolo da assicurare, sulla cui polizza si vorrà beneficiare della legge Bersani, sia di nuova acquisizione. Non importa che l’acquisto sia stato effettuato sul mercato dell’usato o se invece il mezzo sia di nuova immatricolazione. Non è possibile usufruire dei benefici di questa legge su un veicolo che è già di proprietà di una persona dello stesso nucleo familiare o se è già stato assicurato da una di queste persone.

La stipula del nuovo contratto deve seguire un atto di passaggio di proprietà (in caso di acquisto di un mezzo usato) o di immatricolazione (in caso di acquisto di un veicolo nuovo) a favore della persona che intende beneficiare della legge Bersani.

Limitazioni: sono esclusi dal beneficio i veicoli aziendali
Sono escluse dal beneficio le auto e in generale i veicoli intestati ad aziende. La legge riguarda solo le assicurazioni dei cittadini privati.

Stessa tipologia di veicolo

Quella dell’appartenenza alla stessa tipologia di veicolo è in realtà un falso presupposto. Infatti non rappresenta una condizione per l’applicabilità del beneficio previsto dalla legge Bersani, ma rappresenta il principio in base al quale opera il meccanismo di questa legge.

La classe di merito si trasferisce da un veicolo ad un altro della stessa tipologia, quindi non tra veicoli di tipologia diversa.

Ipotizziamo che Tizio abbia classe di merito 1 sulla sua RC Auto, classe di merito 6 sulla RC Moto, classe di merito 10 sull’assicurazione del suo autocarro. Se Caio, familiare di Tizio, acquisterà una moto, potrà beneficiare della classe di merito 6 sulla nuova polizza RC Moto che stipulerà. Potrà beneficiare della classe 1 solo se acquisterà e assicurerà un’auto. Se invece acquisterà un autocarro potrà partire dalla classe 10, che comunque è sempre è meglio della classe 14.

Il beneficio dell’assicurazione auto con la legge Bersani opera anche se le compagnie sono diverse?

Per stipulare un’assicurazione auto con la legge Bersani non è necessario che i veicoli siano assicurati con la stessa compagnia di assicurazioni.

Tuttavia si può valutare (ma è del tutto facoltativo) la convenienza di stipulare il nuovo contratto di assicurazione con la stessa compagnia se da ciò deriva l’applicazione di uno sconto.

Infatti alcune compagnie applicano degli sconti se si assicurano più veicoli intestati a persone dello stesso nucleo familiare.

Come richiedere il beneficio della legge Bersani

La richiesta del beneficio della legge Bersani può essere inserita già al momento della richiesta di preventivi RC Auto. Ad esempio se si utilizza il comparatore gratuito di offerte di SosTariffe.it, durante la procedura guidata verrà chiesto se si vuol usufruire della legge Bersani. I preventivi ottenuti saranno stati elaborati sulla base del beneficio di questa legge.
Risparmia con le assicurazioni RC Auto online

Commenti Facebook: