App per risparmiare sul parcheggio

Se risparmiare è uno stress oltre che una spesa, la tecnologia e in particolare il mondo del mobile e delle App può aiutare a destreggiarsi tra le difficoltà. Sono numerose le app delle municipalità che permettono di pagare il parcheggio con un “tap” oppure anche di ritrovare facilmente un parcheggio libero “di privati”. Vediamo come funzionano.

parcheggio
Parcheggiare risparmiando, possibile con un App

Facciamo finta di essere in una grande città all’ora di punta e dover parcheggiare l’auto. Un inferno che può tramutarsi in stress elevato e non è detto neppure che si giunga ad una facile soluzione (quantomeno in tempi rapidi). Una app per smartphone può “salvarci la vita”. Come?

Le app per risparmiare sul parcheggio sono funzionali e gratuite

Quando parliamo di app per risparmiare intendiamo non solo denaro, ma anche e soprattutto tempo. La tecnologia negli ultimi anni è stata abbracciata da numerose municipalità che hanno deciso di facilitare le procedure di parcheggio e di pagamento ai cittadini.

Scopri le offerte di Tim per navigare

E’ sufficiente scaricare dagli store le giuste app per rintracciare attraverso la geolocalizzazione il posto libero e poter effettuare, mediante una semplice digitazione di un codice identificativo del parcheggio (codice che solitamente viene scritto direttamente sul posteggio con vernice sull’asfalto) e procedere al pagamento. In questo caso sono possibili sia micropagamenti che consistono nel prelievo del credito direttamente da quello disponibile sul cellulare oppure attraverso Paypal o carte di credito. Cosa essenziale è quindi avere a disposizione internet sul telefono, cosa molto facile visto che ormai tutte le tariffe cellulari la contemplano.

Risparmiare con le nuove app per rintracciare parcheggi privati

Negli ultimi anni si è iniziato a parlare anche di app orientate allo sharing. Consistono nel proporre parcheggi privati in affitto temporaneo. Come funzionano? Un privato ha a disposizione il suo box libero per un certo periodo perché magari assente per lavoro o per ferie e così lo mette in affitto attraverso piattaforme online. Le app lo censiscono e lo rendono disponibile ad essere rintracciato ed usufruito. I pagamenti vengono condivisi tra la piattaforma che gestisce il servizio e il proprietario del posto auto.

Queste app tra le quali spicca MonkeyParking, hanno fatto molto parlare di sé. E controverso infatti il loro utilizzo e in particolare la posizione con il Fisco. E’ il destino di tutte le app simili come il famoso AirBnb che in questo caso riguarda l’affitto di appartamenti in zone turistiche o Uber, il servizio di taxi privato che tanto ha scatenato l’ira dei tassisti autorizzati. Si tratta comunque di soluzioni moderne destinate ad imporsi. Prima o dopo.

Confronta e risparmia, anche sull’assicurazione

Vuoi risparmiare anche sull’assicurazione auto? Da oggi è scaricabile gratuitamente, sugli store di iOS e Android, l’app di SosTariffe.it, servizio di comparazione che confronta gratuitamente i prezzi di ADSL e telefonia, luce e gas, polizze auto e moto. Inserendo i dati dei veicoli una sola volta, è possibile ricevere un promemoria per non dimenticare più le scadenze di auto e moto (assicurazione, revisione, bollo). L’app permette inoltre di rimanere sempre aggiornati sullo stato di attivazione delle richieste e di ricevere una consulenza personalizzata in base al proprio profilo di consumo (è sufficiente aprire l’applicazione e scattare una foto alla bolletta).

SCARICA L’APP DI SOSTARIFFE.IT 

Internet sul cellulare. E’ essenziale

Come detto internet sul telefono è imprescindibile per poter sfruttare le App e le loro opportunità. Quasi tutte le offerte dei gestori contemplano anche la navigazione dati. Tra le migliori tariffe si trovano quelle flat che propongono minuti verso tutti, sms e un certo quantitativo di GB. A nostro parere le offerte che includono almeno 2 GB possono essere prese al vaglio. Un quantitativo minore rischierebbe invece di non essere sufficiente per una fruizione facile e completa di contenuti attraverso lo smartphone.

Facendo un esempio di tariffa, si può prendere ad esempio Tim Young and Music. Ad un prezzo di 12 euro tariffati ogni 4 settimane propone:

  • 4 GB di traffico dati
  • 500 minuti verso tutti
  • 500 sms
  • Tim Music incluso

Quest’ultimo è un servizio pensato per i più giovani che propone tutta la miglior musica usufruibile da cellulare e senza erodere i GB a disposizione.

Scopri le offerte di TIM

Commenti Facebook: