Ancora lontana la ripresa per le banche italiane

Lo stato di salute delle banche italiane non preoccupa in maniera vistosa, ma gli osservatori internazionali sono sempre più convinti che la ripresa degli istituti di credito tricolori non è ancora dietro l’angolo.

Banche, per S&P la loro ripresa è ancora molto lontana
Banche, per S&P la loro ripresa è ancora molto lontana
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Stando a quanto afferma un ultimo dossier compiuto da Standard & Poor’s, ad esempio, la ripresa delle banche nazionali sarebbe lontana: una valutazione giunta a margine dell’analisi del crescente ammontare di sofferenze nel 2013, di un livello di utili ancora molto basso e una precarietà che inciderà come effetto negativo sulla già modesta capitalizzazione. A ciò si aggiunga, prosegue S&P, che qualora dovesse ridursi la dipendenza dalla Banca centrale europea, il costo della raccolta potrebbe potenzialmente aumentare in modo considerevole (con conseguenze ulteriori per i titolari di conti correnti e rapporti di debito con gli istituti).

Scopri i migliori conti correnti »

Standard & Poor’s aggiunge inoltre che le perdite sui crediti continueranno a rimanere molto elevate soprattutto nei settori delle piccole e delle medie imprese. Secondo quanto ricordava Unimpresa pochi giorni fa, le sofferenze bancarie sono cresciute del 22,7% nel corso del 2013, giungendo a un ammontare pari a 150 miliardi di euro. Un trend che potrebbe continuare ancora durante il 2014, aprendo nuovi scenari negativi nel mondo creditizio nazionale.

Commenti Facebook: