Al via le domande per i contributi di energia elettrica nel Friuli – Venezia Giulia

Al via oggi, 24 febbraio, la raccolta delle domande di contributo per l’energia elettrica della Regione Friuli-Venezia Giulia, esclusiva per i titolari di una Carta Famiglia attiva. Così, a partire di oggi e fino al 30 aprile potranno presentarsi le domande di accesso al rimborso delle spese sostenute nel 2013 per la fornitura di energia elettrica.

Contributo energia elettrica come richiederlo
Rimborso spese energia elettrica 2013 nel FVG con Carta Famiglia

La Regione Friuli-Venezia Giulia prevede, per i titolari di Carta Famiglia, un beneficio regionale di riduzione dei costi di energia elettrica relativo ai consumi effettuati nel 2013.

La Carta Famiglia è una misura regionale lanciata con l’obiettivo di sostenere le famiglie con figli a carico, tramite l’applicazione di agevolazioni e diminuzione di costi e tariffe per la fornitura di beni e servizi significativi nella vita familiare, quali l’energia elettrica, il riscaldamento etc.

Le agevolazioni vengono attivati dal Comune e dalla Regione, e possono consistere in sconti sull’acquisto di beni e servizi, applicazione di condizioni particolari per la fruizione di servizi o agevolazioni e riduzioni di imposte e tasse locali.

La Carta Famiglia viene rilasciata dal Comune ed è necessario quindi che uno dei genitori sia residente nel territorio regionale da almeno 24 mesi. A seconda del numero di figli a carico, viene assegnata la fascia di intensità del beneficio.

Contributo energia elettrica per i consumi 2013

L’importo del beneficio relativo ai consumi di energia elettrica nel 2013 verrà stabilito con successivo provvedimento regionale dopo il 30 aprile 2014, una volta definito il numero totale dei richiedenti. Il beneficio va poi liquidato dal Comune secondo le modalità richieste dall’utente attraverso la modulistica.

Per richiedere il contributo energia elettrica bisogna, quindi, essere titolare di Carta Famiglia attiva ed essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità al momento di presentazione della domanda.

I termini per la presentazione delle domande di accesso al rimborso delle spese sostenute nel 2013 per la fornitura di energia elettrica saranno aperti da lunedì 24 febbraio al 30 aprile 2014.

Nel modulo di domanda occorre indicare l’importo totale della spesa per la quale si chiede il rimborso (fatture emesse tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2013) e il codice POD relativo all’utenza (codice alfanumerico che identifica in modo univoco il punto di prelievo dell’energia elettrica dalla rete).

Risparmiare con le offerte del mercato libero

A prescindere dall’eventuale possesso di una Carta Famiglia, per risparmiare sulla bolletta della luce è molto conveniente inoltre passare al mercato libero. Approfittando delle offerte attualmente in vigore, è possibile tagliare la bolletta di oltre 100 euro all’anno.

Questo è il caso delle offerte web della luce di Enel Energia (E-Light), Acea Energia (Acea Rapida), Illumia (Amica Web Flat), GDF SUEZ Energia (energia 3.0), Edison Energia (Web Luce) e altri ancora. Tutte queste tariffe consentono un risparmio in bolletta che si aggira intorno ai 100 euro all’anno per una famiglia numerosa con consumi di 6.300 kWh/anno.

Per maggiori informazioni sulle offerte, così come per individuare la tariffa luce più adatta alle proprie esigenze, consigliamo al lettore l’utilizzo del nostro comparatore gratuito ed indipendente di offerte luce e gas.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: