Agcom multa gli operatori con 550 mila euro

Agcom ha sanzionato Opitel, Bt Italia, Telecom e Vodafone per un ammontare complessivo di 553.645 euro.

Ad Opitel, operatore TLC con marchio TeleTu, la multa più salata: ben 424.329 euro per violazioni consistenti nell’attivazione di servizi non richiesti, nelle procedure di migrazione senza consenso e nell’inottemperanza alle diffide imposte dall’Autorità relative alla comunicazione del codice di migrazione.

Bt Italia è stata multata per 41.316 euro per non aver dato seguito ai provvedimenti temporanei, disposti rispettivamente dal Corecom Puglia e dal Corecom Veneto, consistenti nell’invito a liberare due utenze per consentirne il passaggio ad altro operatore.

Multa per 58mila euro a Telecom Italia per aver sospeso, illegittimamente e senza preavviso, un’utenza telefonica pur in pendenza di una procedura di reclamo.

Vodafone infine è stata sanzionata con una multa di 30mila euro per non aver fornito i dati e le informazioni richieste dall’Authority per verificare la fondatezza delle violazioni denunciate dai Corecom.

nzionato Opitel, Bt Italia, Telecom e Vodafone per un ammontare complessivo di 553.645 euro.

Ad Opitel, operatore TLC con marchio TeleTu, la multa più salata: ben 424.329 euro per violazioni consistenti nell’attivazione di servizi non richiesti, nelle procedure di migrazione senza consenso e nell’inottemperanza alle diffide imposte dall’Autorità relative alla comunicazione del codice di migrazione.

Bt Italia è stata multata per 41.316 euro per non aver dato seguito ai provvedimenti temporanei, disposti rispettivamente dal Corecom Puglia e dal Corecom Veneto, consistenti nell’invito a liberare due utenze per consentirne il passaggio ad altro operatore.

Multa per 58mila euro a Telecom Italia per aver sospeso, illegittimamente e senza preavviso, un’utenza telefonica pur in pendenza di una procedura di reclamo.

Vodafone infine è stata sanzionata con una multa di 30mila euro per non aver fornito i dati e le informazioni richieste dall’Authority per verificare la fondatezza delle violazioni denunciate dai Corecom.

Commenti Facebook: