Adsl, impossibile senza canone telefonico

Per avere la banda larga a casa non si deve necessariamente sottoscrivere un abbonamento ad una linea telefonica fissa: la Corte di giustizia della Ue, in merito ad un caso polacco, ha stabilito che non si deve essere vincolati ad attivare una linea tradizionale per navigare in internet. In Italia è possibile sottoscrivere una adsl senza linea ma il costo purtroppo non diminuisce. Vediamo i motivi.

In merito alla decisione Europea, l’autorità tlc ha vietato ad un’azienda telefonica (con un importante market share) di obbligare i clienti a sottoscrivere un abbonamento telefonico per avere un la connessione ad internet in banda larga.

In Italia è possibile avere Internet a banda larga su rete fissa rinunciando senza l’abbonamento voce tradizionale, cosi’ come richiedela Corte di giustizia dell’Unione europea.

Peccato che fatta la legge, fatto l’inganno.

Telecom Italia infatti, come gli altri operatori, permette di avere l’Adsl senza necessita’ di sottoscrivere l’abbonamento telefonico tradizionale senza pagare il canone ma a causa della decisione dell’autorità italiana è sempre necessario pagare il canone di trasmissione dei dati.

Dal 2006 l’AGCOM ha deliberato che gli operatori che installano linee solo dati devono pagare a telecom un canone mensile per l’uso dell’ultimo miglio. I costi vengono quindi caricati sugli utenti, che in pratica pagano il canone compreso nel costo dell’abbonamento o del pacchetto.

Anche con le offerte Alice Telecom Senza Limiti e Alice Telecom Tutto senza limiti si paga il canone telecom, che viene inglobato nel costo mensile.

Anche Infostrada, Tiscali, NGI, SiADSL e Teleunit propongono l’adsl senza canone Telecom ma il prezzo delle offerte non è così competitivo: le offerte adsl internet+telefono sono in realtà più convenienti della singola linea adsl.

a banda larga a casa non si deve necessariamente sottoscrivere un abbonamento ad una linea telefonica fissa: la Corte di giustizia della Ue, in merito ad un caso polacco, ha stabilito che non si deve essere vincolati ad attivare una linea tradizionale per navigare in internet. In Italia è possibile sottoscrivere una adsl senza linea ma il costo purtroppo non diminuisce. Vediamo i motivi.

In merito alla decisione Europea, l’autorità tlc ha vietato ad un’azienda telefonica (con un importante market share) di obbligare i clienti a sottoscrivere un abbonamento telefonico per avere un la connessione ad internet in banda larga.

In Italia è possibile avere Internet a banda larga su rete fissa rinunciando senza l’abbonamento voce tradizionale, cosi’ come richiedela Corte di giustizia dell’Unione europea.

Peccato che fatta la legge, fatto l’inganno.

Telecom Italia infatti, come gli altri operatori, permette di avere l’Adsl senza necessita’ di sottoscrivere l’abbonamento telefonico tradizionale senza pagare il canone ma a causa della decisione dell’autorità italiana è sempre necessario pagare il canone di trasmissione dei dati.

Dal 2006 l’AGCOM ha deliberato che gli operatori che installano linee solo dati devono pagare a telecom un canone mensile per l’uso dell’ultimo miglio. I costi vengono quindi caricati sugli utenti, che in pratica pagano il canone compreso nel costo dell’abbonamento o del pacchetto.

Anche con le offerte Alice Telecom Senza Limiti e Alice Telecom Tutto senza limiti si paga il canone telecom, che viene inglobato nel costo mensile.

Anche Infostrada, Tiscali, NGI, SiADSL e Teleunit propongono l’adsl senza canone Telecom ma il prezzo delle offerte non è così competitivo: le offerte adsl internet+telefono sono in realtà più convenienti della singola linea adsl.

Commenti Facebook: